EU Aviso cookies: Este sitio hace uso de cookies técnicos y estadísticos, incluyendo terceros cookies. Puede inhibir su uso mediante el ajuste de la configuración del navegador de cookies. Privacy. No, yo no acepto
Ok cierra la alerta
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Fancellu, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Cavalieri - Conti
Rastro heráldico de la familia: Fancellu
Corona de la nobleza Fancellu
Antica famiglia sarda, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata nell'omonimo personale medioevale, arcaismo del nome "Fanciullo" e variante del più comune "Fante", appartenuto, probabilmente, ad un, oggi ignoto capostipite. Tal casato, nel suo ramo principale, residente nel Logudoro, ottenne il riconoscimento della generosità nel 1453, con un Pantaleo, di Siligo. Il ramo residente in Cagliari, invece, ottenne il cavalierato ereditario e la nobiltà, da Re Vittorio Emanuele, nel 1800, con un Giuseppe Maria, reggente del marchesato di Quirra: "Il Re di Sardegna, di Cipro e di Gerusalemme, Duca del Genevese Fratello mio amatissimo. La lodevole condotta tenuta da Giuseppe Maria Fancello di Cagliari nella lunga dimora fatta in Torino, le prove di sincero attaccamento a Noi, ed al Nostro Governo date più volte unite all'ottima disposizione, con cui si è sempre... Continuará
dichiarato di volersi prestare semprechè il bisogno lo richieda a quanto può esigere il Nostro servizio, ci hanno determinati a dargli un attestato del conto in cui teniamo tali commendevoli sue doti, con accordare tanto a lui che ai suoi figli, e discendenti maschi il privilegio di Cavalierato e di Nobiltà, risultandoci dalle informazioni di Nostro ordine assuntesi fornito delli requisiti necessarj prescritti dai Regj Regolamenti rispetto alla nascita, parentela, onestà di costumi, e sufficienza di patrimonio per sostenere con decoro il nuovo grado, cui viene promosso. Epperò col presente da Noi segnato e controsegnato dall'infrascritto Nostro Segretario di Gabinetto, e Primo Seg.ro di Stato per gli affari di Sardegna vi diciamo d'aver creato, come creamo, il sud.to Giuseppe Maria Fancello, e suoi discendenti maschi Cavalieri, e Nobili, sicchè per l'avvenire siano essi denominati, ed intitolati Cavalieri, e possano cinger spada, e portare quelle altre divise proprie dell'equestre dignità, e godere di tutti li privilegj, onori prerogative esenzioni, libertà, distinzioni, ed onorificenze, di cui di ragione, e giusta le Prammatiche, Capitoli di Corte, usi stili, e consuetudini del Regno Nostro di Sardegna godono, possono e sogliono godere gli altri Cavalieri e Nobili decorati del cingolo Militare, e mentre ci riserviamo di far spedire a suo tempo li convenienti diplomi e vogliamo, che questa Nostre Regie grazie abbiano effetto insin d'ora dopo chè però esso Giuseppe Fancello verrà, secondo il solito, armato Cavaliere, a qual effetto vi autorizziamo a destinare quella persona, che stimerete, mandiamo registrarsi il presente nel Registro del Razionale, e preghiamo il Signore, che vi conservi. Dato in Frascati il 10 ottobre 1800. Carlo Emanuele.". Tal ramo, inoltre, fu illustrato da: Cav. Nob. Don Giuseppe, di Don Bernardo e di Donna Giovanna Serra, Maggiore Comandante la Piazza Militare in Tempio Pausania, Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, dal 21 gennaio 1830; Cav. Nob. Don Pietro (Cagliari, 1760 - 1809), Avvocato, Professore di Diritto presso l'Università di Cagliari, aggregato alla Real Udienza come addetto alla Segreteria di Stato, Giudice della Reale Udienza a Torino e Cagliari, nominato Conte nel 1801, Segretario di Stato, Intendente Generale, Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, nel 1802; Cav. Nob. Don Pasquale, Maggiore di Artiglieria nel 1823, Governatore in 2° del Porto e della Città di Castelsardo, con il grado di Colonnello, Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, dal 30 marzo 1825. la famiglia levò per arme. Inquartato; nel primo d'oro, all'elmo di acciaio al naturale, in profilo, pennacchiato d'azzurro e di rosso; nel secondo d'azzurro, al sole d'oro; nel terzo d'azzurro, al mare agitato al naturale, e tre pesci pure al naturale nascenti; nel quarto d'oro, a tre caldaie di nero male ordinate. Che i membri della famiglia Fancellu siano noncuranti delle cose volgari, ripromettendosi dalle sole loro energie la dovuta ricompensa, lo provano i documenti fino ad oggi conosciuti, come il "Dizionario Storico-Blasonico", del commendatore G.B. di Crollalanza, che ne ha raccolte le tracce lasciate dalla famiglia in quelle città ove ebbe dimora ricoprendo cariche legislative,
Comprar un documento heráldico de Fancellu

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Fancellu

Blasòn de la familia

Inquartato; nel primo d'oro, all'elmo di acciaio al naturale, in profilo, pennacchiato d'azzurro e di rosso; nel secondo d'azzurro, al sole d'oro; nel terzo d'azzurro, al mare agitato al naturale, e tre pesci pure al naturale nascenti; nel quarto d'oro, a tre caldaie di nero male ordinate.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook