EU Aviso cookies: Este sitio hace uso de cookies técnicos y estadísticos, incluyendo terceros cookies. Puede inhibir su uso mediante el ajuste de la configuración del navegador de cookies. Privacy. No, yo no acepto
Ok cierra la alerta
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Gallotta, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Cavalieri - Baroni
Rastro heráldico de la familia: Gallotta
Corona de la nobleza Gallotta Antica ed assai nobile famiglia del Regno di Napoli, oriunda dal Cilento, detta Gallotti o Gallotta, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Tal casato risulta ascritto, dal Tribunale Conservatore della Nobiltà, al registro delle famiglie che possedettero feudi per oltre 200 anni. La famiglia G., infatti, possedette i feudi di Battaglia, Casaletto, Farnetto, Valladonna e venne dichiarata di "antica nobiltà" in seguito all'ammissione nelle Regie Guardie del Corpo dell'Esercito del Regno delle Due Sicilie, nell'anno 1847. Ad essa, inoltre, appartenne il Il barone Giuseppe G. (1803 - 1879), figlio di Salvatore e Maria Giuditta Parisio, che fu senatore del Regno d'Italia. Iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano, anno 1922, essa levò per arme. Inquartato: nel primo d'azzurro a sei gigli d'oro disposti 3.2.1; nel secondo d'azzurro alla fenice al naturale sulla sua immortalità uscente dalla partizione e fissante un sole d'oro uscente dal canton destro del capo; nel... Continuará
terzo di rosso al leone al naturale; nel quarto d'argento alla fascia d'azzurro caricata di tre stelle di oro ed accompagnata in capo da un lambello a tre pendenti di rosso. Altro ramo. Antica famiglia laziale, di chiara ed avita virtù, la quale, verosimilmente, venne fregiata del cavalierato, in seguito ai fedeli servigi prestati da un Michele, alfiere della Santa Romana Chiesa, al generale Jacopo Boncompagni (Bologna, 8 maggio 1548 - Sora, 18 agosto 1612). Ma, d'altronde, la famiglia, sempre, riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: : Giulio, dottore in "utroque jure", vivente in Roma, nel 1643; Cav. Luigi, notaio della Sacra Rota Romana, vivente nel 1668; Antonio, "doctor iuris famosi", di specchiata moralità, vivente in Roma, nel 1672; Saverio, dell'Ordine dei Predicatori, fiorito in Roma, intorno al 1680; Cav. Tommaso, dottore e lettore di filosofia e teologia, vivente in Bologna, nel 1682; Pietro, notaio, vivente in Ancona, nel 1723; Francesco, figlio del precedente, anch'egli notaio; Simone, ingegnere edile, vivente in Roma, nel 1745; Maurizio, chiaro giureconsulto, poeta per diletto, vivente in Nepi, nel 1782; Carlo, Canonico e Pronotario Apostolico, vivente in Roma, nel 1802; Bernardo, dottore in medicina, operante in Firenze, nel 1821; Andrea, Dottore in Scienze Naturali, vivente in Frosinone, nel 1823; Ignazio, della Compagnia di Gesù, versatissimo nelle Lettere Greche e Latine, vivente in Recanati, nel 1837; Francesco e Pietro, consiglieri della Repubblica Romana, nel 1849. I cognomi di cotal risonanza, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Comprar un documento heráldico de Gallotta

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Gallotta

Blasòn de la familia

Inquartato: nel primo d'azzurro, a sei gigli d'oro disposti 3.2.1; nel secondo d'azzurro, alla fenice al naturale sulla sua immortalità di rosso mirante un sole d'oro posto nel cantone destro del capo; nel terzo di rosso, al leone al naturale; nel quarto d'argento, alla fascia d'azzurro caricata di tre stelle (6) d'oro, sormontata da un lambello di tre pendenti di rosso.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook