1. Origen del apellidoMecchini, país de origen: Italia

    Nobleza: Nobili - Cavalieri
    Rastro heráldico de la familia:Mecchini
    Corona de la nobleza Mecchini Antica ed illustre famiglia romana, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata in una variazione, dovuta a fenomeni di fonetica dialettale e/o ad errori di tradizione manoscritta,del nome medioevale "Cecco",appartenuto,probabilmente,ad un,oggi ignoto,capostipite.Nell'Archivio Lateranense è presente la seguente Pratica: "Ventitio facta pe Dominam, Constantiam de Mecchini, relictam q. D. Stephani de Comite die 11 Maij, 1363 Antonius Jaonnis Rubei de Colleferro Not. Arch. Hosp. Later", dalla quale si evince la antichissima nobiltà del casato. La famiglia, anticamente, si chiamava de Caranzonibus ed usò il doppio cognome Mecchini de Caranzonibus, fino a che si ridusse al solo Mecchini. Nell'anno 1407,un Mecchini de Caranzonibus,è nominato col titolo di "Nobilis Vir",nel libro degli statuti dell'Agricoltura; nel 1409, quando Paolo Orsini andò a riprendersi la porta di... Continuará
    San Lorenzo e fece prigioni molti signori e Gentiluomini romani delle prime famiglie, troviamo, tra essi, "Joanni Cecco delli Mecchini". La famiglia levò per arme. D'azzurro,all'albero al naturale, addestrato da un cavallo d'argento rivolto e rampante contro l'albero; il cavallo addestrato da una donzella di carnagine crinita d'oro,vestita di rosso,e sormonata da una stella d'oro; l'albero sinistrato da un'aquila d'argento di profilo e sorante,che picchia col becco il tronco dell'albero; il tutto su di un terreno al naturale. Altro ramo. Nobile casato senese, i cui membri furono del Popolo, la quale levò per arme. Scudo accartocciato: d'oro,allo scaglione rovesciato d'azzurro,caricato di un crescente d'oro tra due stelle d'argento del primo e accompagnato da quattro stelle del secondo,postedue sul capo e due nella punta. Altro ramo. Nobile famiglia fiorentina, con residenza in Santa Croce, al Gonfalone Lion nero, alla quale appartenne quell'Antonio,cavaliere dell'Ordine di Santo Stefano, nel 1571. La famiglia levò per arme. Troncato: nel 1° d'azzurro,al leone nascente d'oro; nel 2° losangato d'oro e d'azzurro; il tutto abbassato sotto il capo di Santo Stefano. Altro ramo. Nobile famiglia fiorentina, la quale levò per arme. Di nero, al leone d'oro.Altro ramo.Famiglia originaria di Montevarchi,la quale passò in Firenze,in Santa Croce,al Gonfalone Ruote.Arme.Troncato in scaglione di...e di...,a tre gigli di...,2.1,i due nel primo e l'uno nel secondo. Altro ramo. Nobile famiglia di Pisa, la quale levò per arme. D'argento,al monte di sei cime di verde sostenente due spighe divergenti d'oro, e al capo di nero caricato di una stella a otto punte d'oro.Tra le arme più antiche del casato vi sono quelle menzionate dall'araldista olandese Johannes Baptista Rietstap: Fasciato di rosso e d'argento di 4 pezzi ai 6 gigli sul rosso e 6 rose sull'argento, il tutto posto 3,3,3 e 3 dell'uno nell'altro. Alias Fasciato convesso di rosso e d'argento,il primo caricato di 6 gigli d'argento nascenti dalla fascia posti 3 e 3, il secondo caricato di 6 rose di rosso poste 3 e 3. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

    Comprar un documento heráldico de Mecchini

    Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

    Escudo de la familia:Mecchini

    Escudo de la familia Mecchini

    Blasòn de la familia

    Fasciato di rosso e d'argento di 4 pezzi ai 6 gigli sul rosso e 6 rose sull'argento, il tutto posto 3,3,3 e 3 dell'uno nell'altro.
    Comprar Escudo de la familia
    Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome
900){cwidth=cheight="80%"}else if(screen.availWidth>470){cwidth=cheight="90%"}else{cwidth="90%";cheight="60%"}$("[rel^='img-']").colorbox({photo:!0,width:cwidth,height:cheight});$(".spin").click(function(event){spinner()});$("[rel='buy']").click(function(event){event.preventDefault();spinner();href=$(this).attr('href').replace("/buy",urmod+"cart.php");$.get(href,function(data){location.replace('/buy/?'+$.now())})})});function spinner(){};function spinner_end(){$('#spinner_one').hide()};function onsubmit_validate_field(name,minlength,email,compareTo){value=$('#'+name).val();length=value.length;if(minlength&&length0){if(minlength&&lengthi?e+i:i}function a(t,e){return Math.round((/%/.test(t)?("x"===e?E.width():o())/100:1)*parseInt(t,10))}function s(t,e){return t.get("photo")||t.get("photoRegex").test(e)}function l(t,e){return t.get("retinaUrl")&&i.devicePixelRatio>1?e.replace(t.get("photoRegex"),t.get("retinaSuffix")):e}function d(t){"contains"in x[0]&&!x[0].contains(t.target)&&t.target!==v[0]&&(t.stopPropagation(),x.focus())}function c(t){c.str!==t&&(x.add(v).removeClass(c.str).addClass(t),c.str=t)}function g(e){A=0,e&&e!==!1&&"nofollow"!==e?(W=t("."+te).filter(function(){var i=t.data(this,Y),n=new r(this,i);return n.get("rel")===e}),A=W.index(_.el),-1===A&&(W=W.add(_.el),A=W.length-1)):W=t(_.el)}function u(i){t(e).trigger(i),ae.triggerHandler(i)}function f(i){var o;if(!G){if(o=t(i).data(Y),_=new r(i,o),g(_.get("rel")),!U){U=$=!0,c(_.get("className")),x.css({visibility:"hidden",display:"block",opacity:""}),I=n(se,"LoadedContent","width:0; height:0; overflow:hidden; visibility:hidden"),b.css({width:"",height:""}).append(I),j=T.height()+k.height()+b.outerHeight(!0)-b.height(),D=C.width()+H.width()+b.outerWidth(!0)-b.width(),N=I.outerHeight(!0),z=I.outerWidth(!0);var h=a(_.get("initialWidth"),"x"),s=a(_.get("initialHeight"),"y"),l=_.get("maxWidth"),f=_.get("maxHeight");_.w=Math.max((l!==!1?Math.min(h,a(l,"x")):h)-z-D,0),_.h=Math.max((f!==!1?Math.min(s,a(f,"y")):s)-N-j,0),I.css({width:"",height:_.h}),J.position(),u(ee),_.get("onOpen"),O.add(F).hide(),x.focus(),_.get("trapFocus")&&e.addEventListener&&(e.addEventListener("focus",d,!0),ae.one(re,function(){e.removeEventListener("focus",d,!0)})),_.get("returnFocus")&&ae.one(re,function(){t(_.el).focus()})}var p=parseFloat(_.get("opacity"));v.css({opacity:p===p?p:"",cursor:_.get("overlayClose")?"pointer":"",visibility:"visible"}).show(),_.get("closeButton")?B.html(_.get("close")).appendTo(b):B.appendTo("
"),w()}}function p(){x||(V=!1,E=t(i),x=n(se).attr({id:Y,"class":t.support.opacity===!1?Z+"IE":"",role:"dialog",tabindex:"-1"}).hide(),v=n(se,"Overlay").hide(),L=t([n(se,"LoadingOverlay")[0],n(se,"LoadingGraphic")[0]]),y=n(se,"Wrapper"),b=n(se,"Content").append(F=n(se,"Title"),R=n(se,"Current"),P=t('