EU Aviso cookies: Este sitio hace uso de cookies técnicos y estadísticos, incluyendo terceros cookies. Puede inhibir su uso mediante el ajuste de la configuración del navegador de cookies. Privacy. No, yo no acepto
Ok cierra la alerta
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Pelati, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Rastro heráldico de la familia: Pelati
Corona de la nobleza Pelati La famiglia è nota nella terra di Populonia, principato di Piombino, fino dal XV secolo e si vuole colà trapiantata da Ferrara ove godé del rango di magistrato nobile, ottenendo l'ascrizione a quel patriziato. S. M. Vittorio Emanuele II con R. D. 23 ottobre 1871 nominava Azzolino, sindaco di piombino pel triennio 1871-1873, carica che gli fu confermata quasi ininterrottamente fino al 1882. Con D. Pref. del 6 giugno 1862 ottenne altresì la nomina a capitano della Guardia Nazionale di Piombino. Il Prefetto del Compartimento di Pisa gli conferiva anche la carica di priore pel nuovo magistrato della Comunità di piombino per gli anni 1859 e 60. Fu inoltre prescelto per le cariche di Commissario per le imposte dirette, di delegato governativo eppoi di presidente. Occupò quasi tutte le principali cariche comprese quelle di beneficenza e nelle quali si addimostrò meritevole delle affettuose dimostrazioni degli indigenti di quel principato in... Continuará
periodi calamitosi. Suoi figli sono: l'avv. Giovanni, da cui: Giulio, Alfredo e avv. Luigi Agenore. Sua Santità Pio XI con Breve 21 aprile 1922 conferì a Luigi Agenore il grado di commendatore di S. Gregorio Magno e con Breve 14 marzo 1924, lo creò barone per specialissime benemerenze. Al barone Luigi Agenore è stato riconosciuto il titolo con RR. DD. 14 luglio 1927 e RR. LL. Patenti dell'11 novembre 1927. E' un valoroso numismatico e di questa sua competentissima passione ne ha fatto beneficio il medagliere Pontificio che mercè sua si è arricchito di una rarissima e pregevole raccolta. Il barone Luigi è altresì cavaliere della Corona d'Italia, consigliere dell'Istituto Numismatico, socio effettivo della Società Numismatica Italiana, socio oridinario del Circolo Numismatico Napoletano e corrispondente della Società Piemontese di Archeologia e Belle Arti. E' nato il 10 gennaio 1867 ed è sposato alla N. D. Ezzelina Galeotti da cui una figlia: Evelina Anna Maria (18 giugno 1899). Nei ricordi dei tempi andati si leggono alcune varianti di questo cognome, dovute alle solite cause della pronunzia dialettale e dal modo di interpretare nella scritturazione i cognomi.

Comprar un documento heráldico de Pelati

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Pelati

Blasòn de la familia

Troncato d'oro e di rosso, con la fascia d'azzurro sulla partizione; nel primo al castello di due torri al naturale, merlate alla guelfa, aperto e finestrato di nero, sostenuto dalla fascia, all'aquila di nero posata fra le torri; nel secondo alle sei stelle d'oro di otto raggi poste tre, due, uno.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook