Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Rosio, país de origen: Italia

Nobleza: Conti - Nobili
Rastro heráldico de la familia: Rosio
Corona de la nobleza Rosio
Famiglia milanese della quale le prime notizie risalgono al secolo XII. Fu detta anticamente dell'Osa, dell'Ossa, degli Osii (in latino del Oxa, de Oxiis). La genealogia documentata non è anteriore al secolo XIV, però si ritiene appartengono a questa famiglia un Oxio che morì combattendo alla battaglia di Legnano; Alberto, che fu podestà di Padova nel 1175 e di Bergamo nel 1185; Guglielmo che fu Rettore della Lega Lombarda della città di Milano nel 1178, podestà di Bologna nel 1188, di Padova nel 1189-1191 e di Verona nel 1193 nella quale ultima città pare lasciasse discendenza; Manfredo che fu dei cinque podestà di Milano eletti nel 1203; Guidotto che fu podestà di Lodi nel 1252; Arderico che nel 1150 fu Console di Milano, carica che fu coperta anche da Guglielmo nel 1170; Oberto nel 1198, Guidotto nel 1205, Albergato nel 1227, Ambrogio nel 1269 e Pietro nel 1310. Gli Osii... Continuará
parteggiarono per i Torriani contro i Visconti per cui molti di essi abbandonarono la città e si diramarono in Bergamo, Cremona, Verona, Ravenna ed in Polonia ove latinizzarono il loro cognome in Hosius come si rileva dall'accredito Armoniale di P. Niesiecki. Ottone Visconti li escluse dalla famosa matricola degli Ordinari. Si ritiene che a quell'epoca le case degli Osii sorgessero nella Piazza dei Mercanti ove fu, sotto Matteo I Visconti, eretto bell'edificio chiamato Loggia degli Osii. Il ramo attualmente esistente discende per figliazione non interrotta, provata con autentica documentazione, da un Ingresto Oxio o de Oxa, già defunto nel 1380. Altro Ingresto, nipote del precedente fu fisico ducale (1419); Ambrogio, Martino e Ghisalberto (1447), Artaldo (1474), Teodoro ed Arcangelo (1513) furono dei 900 del Consiglio Generale; Leonardo fu dei XII di Provvisione (1513) e dei LX Decurioni (1518); un terzo Ingresto, nipote del secondo, fu tra i nobili famigliari del duca Gian Galeazzo Sforza (1490) e i suoi figli Teodoro, Sigismondo e Arcangelo furono: il 1° giureconsulto collegiato e pretore ducale a Cremona (1524-26), il 2° capitano della Terra di Monza (1525-27), il 3° dei LX Decurioni (1531). La fam. mercatò pure in oro, argento e seta; Leonardo nel 1510, Ignazio nel 1760 furono Abati dell'Università dei Mercanti. Ad altro ramo estintosi nel 1684, e di cui è provata l'agnazione col prec; Carlo Cesare (1612-1684) ingegnere Collegiato e Architetto Generale dei Confini del Re Cattolico.

Comprar un documento heráldico de Rosio

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Rosio

Blasòn de la familia

Partito, nel primo d'oro pieno; nel secondo fasciato di sei pezzi di rosso, d'oro, d'azzurro, d'oro, d'azzurro e di rosso.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook