EU Aviso cookies: Este sitio hace uso de cookies técnicos y estadísticos, incluyendo terceros cookies. Puede inhibir su uso mediante el ajuste de la configuración del navegador de cookies. Privacy. No, yo no acepto
Ok cierra la alerta
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido La Gatta, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Cavalieri - Conti - Principi -
Rastro heráldico de la familia: La Gatta
Corona de la nobleza La Gatta Antichissima famiglia francese, indistintamente detta della Gatta, La Gatta, Gatta o del Gatto, passata in territorio nostrano, al seguito di Carlo I d'Angiò, diramandosi in molte città, tra le quali Pisa, Cremona, Piacenza, Firenze, Martorano, ove un ramo fu portato nel 1460, Barletta, Lucera, Nicotera, Otranto, Reggio Calabria, Palermo, Viterbo e Napoli, ove fu aggregata al Patriziato del Seggio di Nido. Tal casato, insignito dei titoli di Conti di Isola Fulcheria e di Principi di Monasterace (1654), ha posseduto moltissimi feudi, tra i quali: Aprigliano, Bardetto, Bombonetta, Castagneta, Castelcicala, Castelpietro, Cellino, Chimisia, Conienta, Cupa del Principe, Foresta, Fulcignano, Galatone, Isca, Montaldo, Montegiove, Montepietro, Muro, Nicotera, Poggiardo, Poerio, Rocca, Sala, Stara, S. Giorgio, Serrano, Soriano, Torre di Aira, Vernola, Viterbo, Vitorchiaro. Tra i personaggi che, maggiormente, poi, illustrarono tal nobil famiglia, ricordiamo: Micheletto, capitano angioino al tempo del Vespro Siciliano, il quale fu inviato da Eberto d'Orlèans Vicerè di Sicilia ad... Continuará
assediare Messina; Corrado governatore delle città di Lanciano e S. Flaviano, e poi podestà di Terracina; Filippo, capitano e governatore di Rocca d'Aspro, agli ordini del Duca di Calabria; Renzo, nobile del Seggio di Nido, ricordato per aver provocato nel 1380, insieme ai nobili del sedile di Capuana, i tumulti contro i mediani degli altri Seggi; Gatto, abile condottiero di gente d'arme, il quale partecipò valorosamente alla guerra d'Otranto contro i Turchi, guidati da Akmet Pascià; Pietro, Vescovo di Sant'Agata dei Goti dal 1395 al 1423; Gian-Antonio celebre poeta; Giovan-Vincenzo protonotario apostolico nel 1589; Carlo, scomparso nel 1656, generale di cavalleria, il quale partecipò valorosamente alla battaglia vittoriosa di Orbetello sotto le insegne di Filippo IV d'Asburgo-Spagna, insignito, per i suoi meriti, col titolo di principe di Monasterace; Mattia castellano di Otranto nel 1630; Luca-Antonio Vescovo di Bitonto nel 1723 e poi di Melfi e Rapolla. La famiglia alzò per arme. D'azzurro al gatto passante d'argento sormontato da un lambello a tre pendenti di rosso.

Comprar un documento heráldico de La Gatta

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: La Gatta

Blasòn de la familia

D'azzurro al gatto passante d'argento sormontato da un lambello a tre pendenti di rosso.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook