Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Di Bello, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Baroni
Heráldica de la familia: Di Bello
Corona de la nobleza Di Bello
Antica ed assai nobile famiglia bolognese, detta Di Bello o Dal Bello, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia e d'Europa. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di autorevoli genealogisti, andrebbe ricerca in una patronimia basata sul soprannome, divenuto nel medioevo nome augurale, "Bellus", appartenuto, dunque, al capostipite. Nota in Bologna sin dal secolo decimo terzo, fu di parte lambertazza e, dunque, ghibellina. Nel 1320, un ramo della stessa si portò in Padova, alla cui nobiltà fu ascritto. Nell'anno 1550, un altro ramo si portò in Trento. Ivi, Carlo, principe-vescovo di Trento, con... Continuará
diploma del 20 settembre 1620, creò nobile ereditario dell'impero Pietro, già canonico vicario generale e suo Vescovo coadiutore, insieme al fratello Antonio ed a i suoi discendenti. Altri rami della casata fiorirono in Capodistria ove, nell'anno 1430, un Giuliano Di Bello fu aggregato al nobile consiglio di quella città. Nel XVII secolo, i Di Bello possedevano i feudi di Cumberton, Cucciani e parte della Sterna. Figura tra i nobili di Capodistria, nel 1770, Niccolo Di Bello, il quale fu sindaco della città nel 1778, giudice nel 1790 e Provveditore alla Sanità. Altra famiglia. Nobile casato siciliano, oriundo da Genova, che, al dir del Galluppi, fu decorato della baronia di Cavachi e che godette nobiltà in Messina, Palermo, Sciacca, Taormina e Piazza Armerina. Un Giovanni, nell'anno 1238, figura tra i cavalieri della città di Piazza; un Nicolò fu giudice straticoziale in Messina, nel 1312, 1342 e 1347; un Bernardo fu giurato in Messina nel 1319. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Comprar un documento heráldico de Di Bello

Escudo de la familia: Di Bello

Escudo de la familia Bello o Dal Bello

1 Blasòn de la familia Bello o Dal Bello

Inquartato in croce di S.Andrea d'argento e d'azzurro, alla spada nuda del primo impugnata d'oro, colla punta in basso; col capo d'Angiò.

Bello o Dal Bello di Bologna, si trova anche nella forma Di Bello. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 110, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Bello

2 Blasòn de la familia Bello

Tagliato d'oro e d'argento, la partizione divisa da una traversa d'azzurro accompagnata in punta da una B di rosso.

Bello di Padova. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 110, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Bello (di) o Bella (di).

3 Blasòn de la familia Bello (di) o Bella (di).

Spaccato, con la fascia d’oro sulla partizione: nel 1° d’azzurro a tre stelle ordinate d’oro; nel 2° d’azzurro, a tre bande d’oro.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook