Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Di Gaetano, país de origen: Italia

Nobleza: Principi
Heráldica de la familia: Di Gaetano
Corona de la nobleza Di Gaetano Stando al Mugnos troviamo che tal famiglia è di pura origine italiana, sparsa in varie città e precipuamente in Napoli ed in Sicilia. Nella prima deriva da quella di Pisa, la quale ottenne da papa Gregorio II la signoria di Gaeta, donde il cognome, avendone avuta la conferma da Lotario imperatore d'Occidente. Vanta de' pontefici e de' cardinali non che de' personaggi illustri. I duchi di Laurenzana fiorenti in Napoli, i principi di Caserta residenti in Roma, i marchesi Sortino in Siracusa, i Gaetani di Naro e quelli di Lentini ne sostennero l'avita grandezza. Fa riflettere Inveges che dal detto... Continuará

1° ceppo pisano tre passaggi si fecero in Sicilia; primo con Riccardo Gaetani sotto re Guglielmo il malo; secondo 1370 con Antonio Gaetani, uomo ricchissimo in Catania; terzo 1417 in Palermo con Pietro Gaetani invitato da re Alfonso. fu questi maestro razionale della Regia G. Corte, presidente del regno, comprato avendo i feudi di Chiaramonte, dirillo, Calatabiano, Tripi, giusta l'epitaffio d'un tumolo in s. Zita di Palermo, riportato dal Cannizzaro. Tornando al Mugnos abbiamo che tal famiglia ha governatore il regno co' carichi di vicerè e presidente, non che la città di Palermo con quello di pretore. Un Pietro Caetani per ragion di dote fu barone di Cassaro 1619. Un Cesare Gaetani e Moncada fu il primo marchese di Sortino, investito 1602, e primo principe di Cassaro per concessione di re Filippo IV 1631, essendo stato pari del regno, vicario generale, straticoto di Messina, e quattro volte Pretore di Palermo 1604, come Amico attesta. Un altro Pietro fu capitano giustiziere; altro Cesare capitano come sopra e pretore di Palermo 1773. Intanto un Ottavio morto senza prole fu l'ultimo principe di Cassaro di casa Gaetani, alla quale successe quella nobilissima de' Statella. Commendansi inoltre un Costantino Gaetani benedettino cassinese abate di s. Baronete, presidente e fondatore in Roma del Collegio Gregoriano; un Cesare Gaetani da Siragusa valente letterato; e in fine molti cavalieri gerosolimitani, come frà Bonifacio priore di Barletta e Capua 1456, frà Matteo 1469, frà Adario 1574, frà Aderano 1575, frà Calogero 1657 che rileviamo dal Minutoli.


Comprar un documento heráldico de Di Gaetano

Escudo de la familia: Di Gaetano

Blasòn de la familia

Inquartato; nel primo e quarto d'oro alla gemella ondata d'azzurro poste in banda; nel secondo e terzo d'azzurro all'aquila spiegata e coronata d'argento.
Gaetani o Caetani di Napoli, talvolta scritti anche Gaetano, Di G. etc. Citato in "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912).
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook