1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Elfieri, país de origen: Italia

Nobleza: Marchesi - Nobili
Rastro heráldico de la familia: Elfieri
Corona de la nobleza Elfieri Sostegno e Casa del Bosco (mpr.); conte di Favria (mpr.); signore di Valdichiesa (mpr.); signore di Magliano (m.); signore di S. Martino (Asti) (m.); marchese di Cavour e conte di Isolabella (mpr.);marchese di Avigliana (mpr.). Famiglia di nobiltà generosa, fra le più illustri del Piemonte e d'Italia. Vanta personaggi famosi nella politica, nella letteratura, nelle belle arti, nelle beneficenze; grandeggia su tutti Vittorio, sommo nel teatro tragico. Originaria di Asti, ha memorie sicure fino dal sec.XII; ritenuta di un ceppo con gli Isnardi e i Gutuari, che alzavano l'aquila come la casata, parteggiò con i ghibellini contro i Solaro, altra delle illustri casata astigiane. Celebre il cronista Oggero (1249-1294), che scrisse di quella repubblica autorevolmente; numerosi i cavalieri di Malta, dal cadere del Medio Evo alla fine del sec.XVIII; parecchi i cavalieri dell'Annunziata; molti e cospicui i feudi su cui signoreggiò; insigni le cariche a Corte e nella milizia. Diramò... Continuará

largamente con le linee di Magliano, Cortemilia, S. Martino, Breglio. Vicina a spegnersi nei maschi, diede bagliori di gloria duratura con Cesare, che firmò lo Statuto e fu presidente del Senato, cavaliere dell'Ordine Supremo; e con Carlo, fondatore munifico dell'Istituto di scienze sociali in Firenze. Luisa, di Carlo, di Cesare, in Visconti Venosta. Motto della famiglia: Tort ne dure Hostili sic tincta cruore. Altro ramo. Capostipite della famiglia sarebbe un Diotaiuti, padre di Bonagunta, giudice a Cortona nel 1240, da cui figlio, Venuto, "praefectus Castri Cartonensis", nacque un Vanni, che generò Angelo Balduccio. Dal primo di essi che fu del Consiglio di Cortona nel 1408, si originarono con il suo discendente Niccolò priore nel 1504, due rami: quello di Donato che si estinse con Ludovico priore in patria nel 1744 iscritto al Patriziato di Cortona con decreto 5 giugno 1750. Quello di Bernardino che con lo stesso decreto ottenne eguale iscrizione in persona di detto cav. e comm. Marcello, nel 1740 creato "marchese" dal Re di Napoli per i segnalati servigi resi a quella Corona in qualità di capitano di milizie e di luogotenente delle galere del Reame; da lui, che stato priore in patria nel 1726, nacquero il cav. Benevento, Girolamo, Accuriso e Domenico. Da Balduccio secondogenito di Vaa famiglia figurò ripetutamente come quarto nobile in processi della stessa religione gerosolimitana.


Comprar un documento heráldico de Elfieri

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Elfieri

Blasòn de la familia

Troncato, d'azzurro e d'oro, in capo alle tre bande d'argento,
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook