1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Parodo, país de origen: Italia

Nobleza: Marchesi - Nobili
Rastro heráldico de la familia: Parodo
Corona de la nobleza Parodo I marchesi di Gavi e Parodi, di Massa e Corsica, diramazioni obertenghe di Alberto I terzogenito di Oberto - citati nelle precedenti tavole genealogiche relative agli Estensi e qui proseguite elaborandole da documentazioni e dal Desimoni - esercitarono, sebben in condominio con i cugini Malaspina e talvolta con gli aleramici Del Bosco, i loro diritti feudali su una vasta zona del Tortonese delimitata grosso modo ad est dall'orba ad ovest dal Curone, da Alessandria a Voghera a nord, e dal sistema montuoso appenninico tra Rossiglione i Giovi e Valbrevenna a sud. Assimiliati dall'invadenza dei Comuni in preda alle lotte guelfo ghibelline, dall'ingerenza di Genova, Tortona ed Alessandria, dapprima antagoniste poi alleate per spogliare i domini obertenghi, i marchesi di G. e Parodi furono costretti non senza regire energicamente, a cedere via via porzioni sempre più rilevanti dei loro feudi sinchè privati di ogni possesso scomparvero, dopo oltre un secolo di... Continuará
funeste traversie, dalla scena feudale della Marca Obertenga. Si hanno notizie certe di un marchese Guidone q. Alberto detto il Chierico così denominato perchè, secondo le consuetudini del tempo così si distingueva chi sapeva leggere e scrivere: il 18 marzo 1081 vende al suddiacono Girino la sua parte dei castelli di Grondona, Gatorba, Montemarzino, Nazzano; il di lui figlio Alberto nel 1121 vende Voltaggio al comune di Genova dopo aver perduto in un'azione armata Fiaccone, Chiappino, Mondaso e Pietra Beccaria; il 4 gennaio 1127 investe all'abazia di Tiglieto un bosco in Rovereto; nello stesso anno cede al comune di Genova anche Borlasca; insorte diatribe con gl'indigeni i consoli genovesi nel gennaio 1130 ingiungono al marchese Alberto di desistere dal molestare gli uomini di Fiaccone, Voltaggio e Montaldo; nel 1150 esenta gli uomini del vescovato di Genova dal pedaggio di G. e con i figli Giovanni, Manfredo e Guglielmo giura la "Compagna" di Genova. In seguito a gravi dissidi coi signori di Castelletto d'Orba che tenevano prigioniero il marchese Alberto, questi nel maggio 1148 cede con il cugino Guglielmo il Saraceno ai genovesi la parte loro spettante del castello di P. che un tradimento pose in mano degli Alessandrini, per cui i nominati Alberto e Guglielmo incorsero nel bando del 13 febbraio 1167 per nonero marchesi di P. che nel giorno stesso ne furono investiti come vassalli.

Comprar un documento heráldico de Parodo

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Parodo

Blasòn de la familia

Di rosso alla fascia d'argento accompagnata da tre colombi al naturale volanti verso destra, due in capo e uno in punta.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook