EU Aviso cookies: Este sitio hace uso de cookies técnicos y estadísticos, incluyendo terceros cookies. Puede inhibir su uso mediante el ajuste de la configuración del navegador de cookies. Privacy. No, yo no acepto
Ok cierra la alerta
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Plando, país de origen: Italia

Nobleza: Conti - Nobili
Rastro heráldico de la familia: Plando
Corona de la nobleza Plando Questa famiglia si trova ascritta fino dall'anno 1486 al Consiglio nobile di Verona. In premio delle distinte benemerenze verso lo stato nell'armata e a Costantinopoli il nob. Francesco, originario di Candida, insieme col fratello Michele, con Decreto del Senato 13 maggio 1713, fu decorato del titolo di Conte, con i discendenti maschi legittimi in perpetuo e, per ducale 8 agosto 1796, i discendenti dei sopra nominati vennero iscritti nell'A.L.T. col titolo di conte. Silvestro Alessandro, di Alessandro, fu confermato nella nobiltà con S.R.A. 29 marzo 1823 e nel titolo di conte con S.R.A. 7 luglio 1838. Sono iscritti nell'Elenco Nobiliare Ufficiale: Giulio, n. Verona 29 agosto 1875 di Alessandro, di Silvestro e di Teresa del Lugo. Fratelli: I. Bianca, n. Padova 30 giugno 1871 in Umberto Obicini, 2. Origa, n. Verona 5 agosto 1880; 3. Alessandro, n. Correzzo 13 luglio 1883. I cognomi così antichi rendono decoro non solo... Continuará
alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti. Pare siano molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo così antico e nobile cognome, che ha avuto uomini di consiglio, e altri soggetti illustri.

Comprar un documento heráldico de Plando

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Plando

Blasòn de la familia

Inquartato di nero alla banda d'oro e d'argento.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook