1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Puzino, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Rastro heráldico de la familia: Puzino
Corona de la nobleza Puzino Trovasi aggregata al Consiglio nobile della città di Padova, fin dal 1081. Ebbe due consoli, Spirabello nel 1134 e Bernardo nel 1167. Marchesino Puzino trovasi annoverato fra i giudici del quartiere di ponte Altinate, e come tale ascritto al Collegio nel 1275. La presenza del motto nella bibliografia documentata della famiglia ci conferma l'avita nobiltà raggiunta della casata. Infatti l'origine del motto risale a circa il XIV secolo e deve essere ricercata in quei detti arguti che venivano scritti sui vessilli o bandiere dei cavalieri, esposti alle finestre delle locande in cui questi alloggiavano, in occasione dei tornei, e durante i tornei stessi. Il motto era un pensiero espresso in poche parole facente allusione a un sentimento palese o nascosto, a una qualità, a un ricordo storico, per stimolo al coraggio o onore. Era scelta dal capo della famiglia, dal cavaliere entrante in lizza o data dal sovrano al proprio... Continuará

uomo ligio. Motto della famiglia: Bene docet. Che i membri della famiglia Puzino siano noncuranti delle cose volgari, ripromettendosi dalle sole loro energie la dovuta ricompensa, lo provano i documenti fino ad oggi conosciuti come il Dizionario Storico-Blasonico del commendatore G.B. di Crollalanza che ne ha raccolte le tracce lasciate dalla famiglia in quelle città ove ebbe dimora ricoprendo cariche legislative, militari o altro, contribuendo non poco alla riuscita di quei documenti utili alla scoperta di questa famiglia.


Comprar un documento heráldico de Puzino

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Puzino

Blasòn de la familia

Inquartato al 1
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook