EU Aviso cookies: Este sitio hace uso de cookies técnicos y estadísticos, incluyendo terceros cookies. Puede inhibir su uso mediante el ajuste de la configuración del navegador de cookies. Privacy. No, yo no acepto
Ok cierra la alerta
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Raziani, país de origen: Italia

Nobleza: Conti - Nobili - Patrizi
Rastro heráldico de la familia: Raziani
Corona de la nobleza Raziani
Un'antica tradizione di famiglia vuole fosse originaria di Bologna, e dove avesse goduto nobiltà. Trasferitasi a Fermo la troviamo ascritta al Nobile Consiglio di Cernita dal sec. XVI; e i suoi membri ricoprirono le più alte cariche e onorifiche cariche cittadine. Sono da ricordare: Giacinto, canonico della Metropolitana di Fermo, poi vicario generale del cardinale Litta (1801) arcivescovo di Milano. Fu letterato di buona fama. Ippolito, arcidiacono, dottore in filosofia, teologia e legge. Vicario generale sotto i due arcivescovi di Fermo, Girolamo Mattei e Alessandro Borgia. Scrisse una relazione giuridica su alcune grazie operate da S. Luigi Gonzaga, pubblicata dal Pannelli in Macerata nel 1734. Giacinto e Domenico docenti di giurisprudenza nell'Università Fermana, questo nel sec. XVIII, quello nel sec. XVII. Verso la metà del secolo scorso questa famiglia dette una generazione di celebri cantanti: Giuseppe, eccellente basso nella Cappella Metropolitana di Fermo; Ludovico, celeberrimo tenore; Francesco illustre... Continuará
baritono; Vincenzo famoso baritono nella Cappella della Metropolitana fermana. Ludovico e Francesco per la loro eccellente voce corsero tutti i più grandi teatri d'Europa; Giuseppe Verdi li prescelse a sostenere la parte di tenore, a Ludovico nella Traviata; e quella di baritono a Francesco nella Forza del Destino, la prima volta che le opere furono rappresentate. La famiglia si apparentò con le principali e nobili famiglie marchigiane. Essa in varie epoche si divise in più rami taluni dei quali si estinsero completamente; ne esistono ancora due: il ramo primogenito, oggi diviso alla sua volta in più rami, e il ramo secondogenito. Saverio capo del suddetto e presente ramo primogenito sposò la nobile Anna Ferri di Porto S. Giorgio, e in questa città stabilì la sua discendenza. Ebbe egli sei figli maschi ed una femmina: 1) Filippo (nato 1833, deceduto 1886) ebbe discendenza, ma terminò con Guido nel 1918; 2) raffaelel (nato 1835) ufficiale dei RR. Carabinieri trasportò la sua famiglia in Calabria, e nulla più si è saputo; 3) Giovanni Batta (1836-1920) ebbe Ssaverio, nato 1896, morì gloriosamente pugnando sul Carso quale soldato di Fanteria il 23 ottobre 1915; 4) Giuseppe (1838-1910) terminò nel figlio Luigi (1876-1903); 5) Edoardo (1842-1923) ebbe Patrizio Fermano (maschi e femmine).

Comprar un documento heráldico de Raziani

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Raziani

Escudo de la familia Raziani

Blasòn de la familia

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook