1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Búsqueda apellido

Resultados de la búsqueda:
Verasis Asinari (Italia - Piemonte) ContiVerastegui (España - Ajo (Santander)) Señores - Caballeros - Familia NobleVerástegui (España - Guipúzcoa) Señores - Caballeros - Familia NobleVeraton (España - Jerez de la Frontera) Señores - Caballeros - Familia NobleVeratto (Italia) Marchesi Veray (España - Cataluña) Señores - Caballeros - Familia NobleVeraza (España) Señores - Caballeros - Familia NobleVerazza (Italia) Nobili Verazzani (Italia) Nobili Verba (Italia) Marchesi - Nobili - PrincipiVerbani (Italia) Nobili

Origen del apellido Verasis Asinari, país de origen: Italia

Nobleza: Conti
Rastro heráldico de la familia: Verasis Asinari
Ordene su documento heráldico ahora
Corona de la nobleza Verasis Asinari
Famiglia antica oriunda da Asti. Giovanni Antonio, cittadino astigliano, che era maggiordomo di Sua Altezza, e che consegnò l'arma gentilizia nel 1614, ottenne con Patenti del 27 maggio 1625 l'erezione in titolo comitale di Costigliole, di cui fu investito il 21 giugno 1634. Sposò Ottavia di Aurelio Asinari, la quale era erede di porzioni di Costigliole, e il figlio nato da queste nozze, Aurelio, aggiunse al proprio il cognome materno. Girolamo Alessandro, di Aurelio, sposò Anna di Valgrana e procreò Giovanni Secondo e venne investito di Castiglione Tinella il 12 giugno 1699 e il 14 luglio 1733. Dalle nozze di costui con Margherita del conte Gio. Michele Piossasco di None, ebbe per figli, fra gli altri, Girolamo Alessandro (nato a Torino 5 marzo 1701, defunto ivi 12 dicembre 1775) che fu gentiluomo di bocca. Questa famiglia ebbe termine con Giorgio Clemente (nato a Torino 9 marzo 1855; defunto a ...
... Continuará

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Verasis Asinari

Ordene ahora Su Escudo de Armas
Escudo de la familia Verasis Asinari

1 Blasòn de la familia Verasis Asinari

Blasone della famiglia Verasis Asinari dal Piemonte. Fonte bibliografica: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.III, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Inquartato; nel 1° e 4° d'oro, all'aquila di nero, coronata dello stesso; nel 2° e 3° d'argento, alla quercia fogliata e fruttata, nudrita sulla pianura erbosa, il tutto al naturale; sul tutto d'azzurro, alla torre d'oro, colla bordura composta di rosso e d'argento. Cimiero: Una donna scapigliata, nascente, tenente colla destra un nastro svolazzante col motto: FORTIOR EST VIRUS.

Compre ahora la investigación heráldica histórica profesional del origen de Su Apellido con el título de nobleza y el escudo de armas.
Loading...

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2017 - 2018 Heraldrys Institute of Rome