1. Home
  2. Pesquisa Sobrenome
  3. Resultado da pesquisa
  4. Origem do sobrenome

Origem do sobrenome Mandelli, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili - Conti
Rastro heráldico da família: Mandelli
Coroa de nobreza Mandelli Antica ed assai nobile casata italiana, la quale trae nome dalla città di Mandello, splendida località situata sulle sponde del lago di Como, oggi denominata Mandello del Lario, nel cui borgo ebbe nobile dimora. La tradizione vuole che questa illustre stirpe discenda dal Cavaliere Tazio (o Tazzone), fiorente nel decimo secolo, assai fedele all'Imperatore Ottone I, durante la sua discesa alla conquista del Regno Italico. Divenutone favorito, ottenne, verso il 962, la concessione in feudo, col titolo di Conte di Maccagno Inferiore, poi Maccagno Imperiale, assieme al fratello Roba (o Robaconte) con la concessione di un'ala dell'aquila imperiale nello stemma. Tazio, pretore a Milano nel 1154, viene considerato, dalla tradizione, padre del Conte Guido, a sua volta padre del Conte Anselmo. Di questi ultimi due e dello stesso Tazio manca una documentazione attendibile, per cui la genealogia viene fatta risalire con sicurezza solo ai fratelli, presunti figli del Conte Anselmo,... Continuaconsole. In ogni modo, secondo quanto riporta il Muoni, la famiglia Mandelli può vantare l'aver dato i natali a consoli, podestà, pretori, rettori, governatori, magistrati, giureconsulti, consiglieri e a luogotenenti ducali, famigliari di corte e ad ecclesiastici; tale prosapia vanta anche due beati, corone comitati e signorie in varie regioni, facoltà di battere moneta, parentele con i Visconti e gli Sforza. Ricordiamo, tra i molti: Otto, pretore di Firenze nel 1218; Alberto, pretore di Genova nel 1246; Nicolao, capitano e luogotenente delle milizie nella città di Novara; Raffaello, governatore della città di Savona; il conte Bernardino, cameriere maggiore di Alessandro Farnese. I legami che uniscono i Mandelli al Tortonese sono le investiture dei feudi di Piovera e castel Rivellino nonché la loro presenza in Voghera sin dal XII secolo, come riferisce il Cavagna Sangiuliani nel suo "Agro Vogherese". Ottone Mandelli, nel 1210, è podestà di Tortona (Chartarium, 31 e segg.); il I maggio 1371, Matteo, prozio di Giovanni Galeazzo Visconti, fu da questi nominato luogotenente ducale in Alessandria, Tortona e in tutta la provincia al di qua del Po'; amministrò egli con saggezza tanto da riunire simultaneamente le cariche di governatore e podestà il 23 ottobre successivo; Ottone, di Pietro, capitano generale dell'esercito visconteo inviato in Liguria, fu, il 7 giugno 1383, investito della signoria di Piovera e, nello stesso anno, di Caorso (Piacenza) con titolo comitale; il 6 maggio 1385 partecipò con i Lonati ed altri alla cattura di Bernabò Visconti, abilmente architettata dal nipote Gian Galeazzo, che fu proclamato signore di Milano in luogo dello stesso zio, indi creato duca e principe dell'impero l'11 maggio 1395 dall'imperatore Venceslao, previo esborso, sotto forma di donativo, di 100.000 fiorini d'oro. Non molte famiglie, anche fra le più antiche, possono vantare una nobiltà di origine così pregevole, della quale i discendenti, a buon diritto, potranno vantarsi.
Compre um documento heráldico sobre família Mandelli

Para mais informações ou dúvidas, por favor não hesite entre em contato conosco:

Escudo da família: Mandelli

Escudo da família Mandelli

1 Brasão da família Mandelli

Di rosso, a tre leopardi d'oro, collarinati d'azzurro, posti uno sopra l'altro; con la campagna d'argento caricata di un semivolo di nero, accompagnata in alto dalla lettera L, e in punta dalle lettere P e T di nero.

Mandelli della Lombardia. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag.61, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Escudo da família Mandelli

2 Brasão da família Mandelli

Trinciato d'oro e d'azzurro, ad un albero sradicato, il fusto accollato da un serpente, il tutto al naturale e attraversante sulla partizione.

Mandelli di Verona. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag.61, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Escudo da família Mandelli

3 Brasão da família Mandelli

Di verde a tre leopardi d'oro.

Mandelli di Catanzaro

Escudo da família Mandelli

4 Brasão da família Mandelli

Di rosso, a tre leopardi d'oro, collarinati di una corona d'azzurro, posti uno sull'altro. Motto: Loyauté passe tout.

Mandelli di Piacenza, signori di Pavone di Alessandria, Pecettoe Piovera, Fonte: "Stemmario Trivulziano", a cura di N. Orsini DeMarzo e C. Maspoli, Casa editrice Orsini DeMarzo, Milano

Escudo da família Mandelli

5 Brasão da família Mandelli

Di rosso, a tre leopardi d'oro, uno sull'altro. Motto: Sed non deficiunt.

Mandelli di Barge, Carmagnola. Fonte: " Il Patriziato Subalpino" di Antonio Manno, Firenze, 1895-1906.

Escudo da família Mandelli

6 Brasão da família Mandelli

Di rosso, a tre spade d'oro, poste in banda e ordinate in sbarra.

Mandelli della Campania

Escudo da família Mandelli

7 Brasão da família Mandelli

D'azzurro, a tre fascie nebulose d' oro; col capo d' argento, caricato di due busti d' uomo affrontati, vestiti di rosso coi rivolti d' argento, coperti di cappelli di nero.

Mandelli di Bologna. Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.III, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo da família Mandelli

8 Brasão da família Mandelli

Di rosso, a tre leopardi d'oro.

Mandelli di Vercelli, Milano, alba e Piacenza. Fonte: "Il Patriziato Subalpino" di Antonio Manno, Firenze, 1895-1906; "Stemmario Trivulziano", a cura di N. Orsini DeMarzo e C. Maspoli, Casa editrice Orsini DeMarzo, Milano.

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook