EU Os cookies observe: Este site faz uso de cookies técnicos e estatísticos, incluindo cookies de terceiros. Você pode inibir o seu uso, ajustando as configurações do navegador de cookies. Privacy. Não, eu não aceitar
Ok feche o alerta.
  1. Home
  2. Pesquisa Sobrenome
  3. Resultado da pesquisa
  4. Origem do sobrenome

Origem do sobrenome Naletti, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili
Rastro heráldico da família: Naletti
Coroa de nobreza Naletti
I membri di tale famiglia, detti anche Galletti, traggono remote origini da Ischia in Abruzzo e si trapiantarono in Pisa. In questa città furono illustrati da ben dodici Priori, il primo dei quali fu Nicolò di Federico nel 1436 e l'ultimo Giacomo di Giambattista nel 1592, e da molti anziani. Un ramo di questa casata si stabilì a Firenze, dove ebbe cavalieri di Santo Stefano, "ordine fondato da Cosimo I de' Medici il 15 marzo del 1562, ad imitazione di quello Gerosolimitano, col duplice scopo di difendere nel Mar Tirreno il commercio d'Italia dalle piraterie barbaresche, e di liberare i Cristiani dalla schiavitù della potenza ottomana. La visita fatta alle sue marine scrive lo storico Galluzzi aveva fatto conoscere a Cosimo l'importanza e la necessità di guardarle dalle incursioni dei Turchi. Immaginò pertanto di erigere un Ordine Militare, con cui conseguisse lo stesso intento senza risentirne l'aggravio; profittò della benevolenza... Continua
del Papa per ritrarne un sussidio dai patrimoni ecclesiastici; interessò la vanità dei ricchi con attribuirgli una marca d'onore e dei privilegi. Pensò con questo atto di eternare la memoria delle due vittorie di Montemurlo e Scannagallo, le quali successero ambedue nel secondo giorno d'agosto; e siccome in tal giorno il martirologio romano indica la festa di Santo Stefano fu invocato per protettore dell'Ordine. Il 15 marzo 1562 l'inviato del pontefice Pio IV presentò a Cosimo la Bolla delle concessioni. Sulle prime il duca Cosimo aveva risoluto di assegnare l'Isola dell'Elba come residenza dell'ordine: luogo adatto pe' suoi comodi porti a tenere in timore i Turchi e gli altri pirati, poscia sembrandogli troppo angusto il territorio che possedeva nell'isola, il duca risolvette di scegliere la città di Pisa, perchè antica e illustre", e di Malta e fu decorato del titolo di Conte. Ser Antonio e Ser Lorenzo furono più volte Capitani di decurie a Guardia della città di Arezzo, specialmente in occasione della guerra di Ladislao, Re di Napoli, contro i Fiorentini, cioè nell'anno 1410. Pier Mannino fu Gonfaloniere di Giustizia e vessillifero della città di Arezzo nel 1480. Domenico, nato nel 1443 circa, fu letterato dottissimo, latinista e poeta, prelato illustre alla Corte pontificia e uno dei fondatori dell'Accademia Platonica.

Compre um documento heráldico sobre família Naletti

Para mais informações ou dúvidas, por favor não hesite entre em contato conosco:

Escudo da família: Naletti

Brasão da família

D'azzurro al leone rampante d'oro.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook