Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Pesquisa Sobrenome
  3. Resultado da pesquisa
  4. Origem do sobrenome

Origem do sobrenome Pulcano, país de origem: Italia

Nobreza: Conti - Marchesi
Rastro heráldico da família: Pulcano
Coroa de nobreza Pulcano
Famiglia originaria dalla Calabria e, forse, della stessa agnazione dei V. di Tropea, che, nel 1593, furono ricevuti per giustizia nel S.M. Ordine di Malta, come questo della famiglia Fazzari, e che usava l'arma medesima dei V. di Sorrento. Decorata del titolo di conte (pers.), per Breve di S.S. Pio XI, 14 novembre 1922, e autorizzata all'uso del titolo nel regno con R.D. 19 febbraio 1928 e RR.LL.PP. 26 detto mese e anno. La famiglia è iscrittra nel Libro d'Oro della Nobiltà Italiana e nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di conte, in persona di Givoanni, n. Longobucco 22 febbraio 1889, di Domenico. Altro ramo. Famiglia originaria da Sorrento, feudataria dall'anno 1269, ascritta al patriziato napolitano del Seggio di Nido, ed in Sorrento al Seggio di Dominova; nonchè in Tropea ed in Benevento. Fu ricevuta, per giustizia, nel S.M.O. di Malta dall'anno 1509. Per eredità della famiglia Doria, è stata... Continua
riconosciuta nel titolo di marchese di Cercemaggiore e nel predicato di Maraffa. Dette alla Chiesa un cardinale, ebbe il possesso di vari feudi, e fu investita di uffici altissimi fin dall'epoca di Federico II.

Compre um documento heráldico sobre família Pulcano

Para mais informações ou dúvidas, por favor não hesite entre em contato conosco:

Escudo da família: Pulcano

Brasão da família

D'azzurro a tre fiammelle male ordinate d'oro sormontate dal motto "Fulgor et Ardor".
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook