EU Os cookies observe: Este site faz uso de cookies técnicos e estatísticos, incluindo cookies de terceiros. Você pode inibir o seu uso, ajustando as configurações do navegador de cookies. Privacy. Não, eu não aceitar
Ok feche o alerta.
  1. Home
  2. Pesquisa Sobrenome
  3. Resultado da pesquisa
  4. Origem do sobrenome

Origem do sobrenome Vanzetta, país de origem: Italia

Nobreza: Baroni
Rastro heráldico da família: Vanzetta
Coroa de nobreza Vanzetta
La famiglia è originaria di Pacciano, castello ed ora comune nella provincia di Perugia, dove prese dimora nel XV secolo e dove un Cesare sostenne cariche cittadine sul cadere del 1300. Fu fregiata del titolo baronale, ottenuto nell'anno 1834 per concessione pontificia da un Fabio di Nicola per sè e per i suoi successori. Niccolò nel 1569 combattè strenuamente sotto il duca di Guisa all'assedio di Poitiers e a quello di Famagosta e morì governatore nell'Isola di Candia al servizio della signoria di Venezia. Fabio di Leonardo, militò sotto Giov. Matteo Bourbon di Sorbello nel 1568. Pompeo di Curzio morì in Ungheria nella guerra del 1595. Nelle dignità ecclesiastiche si segnalarono mons. Ottavio morto nel 1658, protonotario apostolico e don Cristoforo che fu abate cassinese. Dottissimo nelle lettere e nelle scienze fu un P. Fabio, gesuita, autore di molte svariatissime opere, alcune delle quali si conservano tuttavia inedite nella... Continua

Biblioteca dei Canonici Lateranensi di S. Pietro in Vinculis di Roma. La famiglia è iscritta nell'Elenco ufficiale in persona di Pompeo coi figli: Fabio, Nicola e Luigi e della sorella Isabella in Faina, coi titoli di nobile di Perugia (mf.); barone (m.).


Compre um documento heráldico sobre família Vanzetta

Para mais informações ou dúvidas, por favor não hesite entre em contato conosco:

Escudo da família: Vanzetta

Brasão da família

D'azzurro alla stella d'oro.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook