1. Home
  2. Search last name
  3. Search Result
  4. Origin of last name

Origin of last name Di Lorenzi, country of origin: Italia

Nobility: Nobili - Signori - Patrizi - Cavalieri
Heraldic trace of family: Di Lorenzi
Nobility crown Di Lorenzi
Famiglia originaria della Provenza, discendente da uno Scipione de Laurens, nobile di Draguignan, vissuto nella seconda metà del XV secolo. Molti dei suoi membri ricoprirono incarichi di prestigio al servizio dei re di Francia: si ricorda Pietro di Pietro, signore di Peyrolles che, vissuto nella prima metà del XVII secolo, fu consigliere del re, poi avvocato generale del parlamento di Dix. Un fratello di Pietro, Jacopo, si trasferì a Livorno per esercitare la professione mercantile dando così origine al ramo livornese della famiglia. I Lorenzi divennero una delle più illustri famiglie della città da quando questa crebbe di importanza ad opera di Ferdinando I dei Medici. Diversi membri della famiglia ricoprirono la carica di Gonfaloniere di Livorno: Carlo di Silvano nel 1603, Iacopo di Carlo nel 1686, Giuseppe figlio del capitano Lorenzo nel 1702 e il fratello di questi Ermenegildo nel 1718. Famiglia dedita ad attività mercantili, contò molti altri... To be continued
esponenti chiamati a ricoprire importanti cariche nella comunità di Livorno. Impegnati anche nella carriera delle armi, conobbero alcuni membri ammessi nell'Ordine di S. Stefano. Cavaliere di S. Stefano, Balì di Pescia e ministro plenipotenziario del re di Francia in Toscana, Francesco sposò nel 1701 Elisabetta Dupré, figlia di Roland Dupré, ministro residente francese presso la corte toscana come incaricato d'affari. Anche Luigi, figlio di Francesco fu inviato del re di Francia in Toscana, ma dimesso nel 1766 ne morì di dolore. Aveva sposato nel 1750 Maria Minerva di Carlo Ughi dalla quale ebbe sei figli. La discendenza si etinse con Francesco Orlando (1754-1791), primogenito di Maria Minerva e Luigi, il quale lasciò la propria eredità e i titoli a due membri di un ramo della famiglia Barbolani da Montauto con la quale si era imparentata la sorella Luisa (1758-1804) in seguito al matrimonio con Federigo Barbolani da Montauto. Dai documenti presentati dalla famiglia per la richiesta di ascrizione al patriziato, i Lorenzi risultano essere dal 1722 conti di Lorenzana, Colle Alberti, Tremoleto e si dichiarano discendenti della famiglia Laurens di Provenza. Nel 1795 la famiglia fu ascritta al patriziato fiorentino e nel 1922 all'elenco ufficiale della nobiltà italiana, con il titolo di famiglia nobile di Livorno. Arme. Trinciato cuneato d'oro e di nero, alla ghirlanda di verde nel primo. Altro ramo. Originaria di Cintoia, ottenne il priorato nella persona di Bernardo di L. nel 1479, e più volte il notariato della signoria. Altro ramo. La famiglia vanta, con i celebri Santacroce, origine della romana stirpe dei Publicola. Furono detti Laurenti, Laurenzi, ed anche Di Lorenzi. Hanno il sepolcro nella chiesa di Santa Maria in Publicolis. Gio. Battista fu abate di Montevergine e scrittore di numerose opere; Marcantonio fu Archiatra Pontificio, Vincenzo fu canonico; Fra Domenico, francescano nel 1447 era rettore di Santa Maria di Monte Giordano; Antonino nel 1449 era Cursor D. N. Papae. Motto della famiglia: Stella Matutina. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Buy a heraldic document on family Di Lorenzi

For more information or questions please do not hesitate contact us:

Coat of Arms of family: Di Lorenzi

Blazon of family

Trinciato cuneato d'oro e di nero, alla ghirlanda di verde nel primo.
Lorenzi (de) di Firenze. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2797.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook