Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Donomo, país de origem: Italia

Nobreza: Marchesi - Nobili
Heráldica da família: Donomo
Coroa de nobreza Donomo
In epoche diverse questa famiglia, pur conservando il cognome proprio dei B. si chiamò anche Buon'Homo, Bono Homine, Bonomis, De Bonhomine, Bonomi, Bonhomi. In un codice nobiliare veneto del secolo XVI è così descritta: B. Vene da le contrade (cioè dai luoghi del Dogado da Cavarzere a Grado) del 790 dopo la 81, famiglia (che si stabilì a Venezia) et sono huomini rasonevolemente discrettj (non eccessivi nelle loro azioni) questi romasero del Conc.° (vale a dire del Maggior Consiglio che dirigeva le sorti del governo) del 1287 et ancò in Ser Zuanne del 1324 et benchè portino due arme sono... Continua

una cosa (famiglia) medema. Un'altra cronaca, stampata dal Bettinelli nel 1724, dice che l'ultimo dei B. appartenente al Maggior Consiglio fu Lodovico, Giudice del Proprio, fratello, forse, di quel Gabriele che andò proscritto in Francia, secondo una genealogia della famiglia B., uscita a Venezia nel 1792 coi tipi di G. B. Novelli. Nel secolo XIII si trovano a Venezia tracce di un Carlessario da Verona (marzo 1224); e del notaio imperiale B. da Latisana si conserva nell'Archivio dei Frari una pergamena in data 1263. Durante il periodo Guelfo-Ghibellino, che turbò anche la Marca Trevigiana, Jacopo B. diede prove amichevoli a Gerardo da Camino; uomo questi, assai cortese, valoroso e di grande ingegno, che aspirava secretamente al dominio di Treviso. In molti documenti, che vanno dal 1283 al 1318, Jacomo B. si dimostrò un attivo ambasciatore del comune di Treviso a Padova e al Doge di Venezia; funzionò da giudice sindaco, da Rettore anziano e si adoperò proficuamente per conservare la pace fra Treviso e Cangrande della Scala. Non sappiamo se questi sia quel Jacobello Bonomo, nobile, testimonio in una procura del 18 marzo 1355 tra le Signorie di Verona, Vicenza e Venezia. In quel secondo (giugno 1310) Bertucci Bonomo veleggiava lungo la costa Adriatica carico di vittuarie. Toccava Capodistria, Cenea, Ravenna, Venezia. Forse alla navigazione devesi se i Bonomo approdarono in Sicilia, dove presero stanza; assai più tardi ottennero un marchesato e s'imparentarono coi principi di Monte Sarcio di Napoli. I rapporti commerciali e politici che i veneziani ebbero con l'Istria e la Dalmazia erano vivi ed intensi. La popolazione dell'una e dell'altra sponda si frammischiava e sposata la pruell'Achille Baciocchi marito ad una sorella di Napoleone I


Compre um documento heráldico sobre família Donomo

Escudo da família: Donomo

Brasão da família

Di rosso al leone d'oro.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook