1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Di Gravina, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Di Gravina
Corona nobiliare Di Gravina
Famiglia della stirpe sovrana de' principi normanni, incominciata in Italia da Silvano signore di Gravina castello e terra nella provincia di Bari di cui prese il nome. Era egli figlio di Crispino signore d'Arnes disceso da Rollone o Roberto primo duca di Normandia come riferisce il Mugnos sull'autorità di Giovanni Tillio ed Elimando antico istorico in un suo libro, e conferma re Martino con suo diploma dato in Catania il 20 novembre 1405, a favore di Giacomo Di Gravina progenitore de' Di Gravina di Sicilia. Si tralascia di riferire le varie glorie in Napoli di questa nobilissima famiglia bastando citare di volo: un Giovanni primo conte di Gravina eletto da re Ruggiero 1129, casandosi con Guidomara figlia di Dragone normanno conte di Puglia; un Crispino almirante della squadra del re Ruggiero; un Gilberto vescovo di Gaeta; un Alessandro conte di Gravina comandate in Palestina l'esercito dell'imperatore Emanuele Comneno, come... Continua
dal Cinnami ec.; altro Crispino signore di Bitonto meritissimo barone sotto il re Guglielmo il Buono; altro Gilberto vicerè del regno1167; altro Giovanni gran cancelliere del regno 1231; un Riccardo protonotaro del regno 1236; un terzo Giacomo consigliere di re Carlo I ed altri sino ad Alda, figlia di Ramondello ultimo conte di Gravina sposata a Francesco Orsini prefetto di Roma. Fu incominciata in Sicilia da Giacomo Di Gravina figlio di Carlo castellano di Bitonto. Detto Giacomo fu consigliere e segretario supremo di re Martino, e come suo consanguineo e dicendente della casa sovrana normanna il privilegio ottenne per se e suoi di seppellirsi nella regia cappella di Catania, ove seppellivansi i sovrani aragonesi. Perlochè nella cappella del Divinissimo leggesi: Gravinensibus regum consanguineis privilegio concessum. Da questo Giacomo, che fu barone di Palagonia e di Belmonte, ne venne la discendenza de' Di Gravina di Sicilia eredi e rappresentanti l'illustre casa Gruyllas divisi in vari rami: primo i Di Gravina principi di Palagonia e merchesi di Francofonte, Grandi di Spagna ereditarii di prima classe. In tal ramo fiorirono: Girolamo Di Gravina cavaliere gerosolimitano e gran priore di Lombardia; Girolamo Di Gravina Cruyllas barone di Palagonia, primo marchese di Francofonte 1565, e che tra le altre cariche tenne il posto di vicario generale del regno 1573; Ferdinando vicario come sopra e pretore di Palolte pretore, primo presidente del Supremo Consiglio di Sicilia, Grande di Spagna ereditario di prima classe, ed uno de' fondatori del Collegio de' Nobili, e dell'Albergo de' Poveri di Palermo 1733; altro Ignazio capitano giustiziere, pretore di Palermo, maggiordomo maggiore della regina Amalia, gentiluomo di camera di re Carlo III, e cavaliere del s. Gennaro; Francesco Paolo, gentililuomo di camera di re Ferdinado II, e cavaliere del San Gennaro, distinto filantropo avendo lasciato la sua immensa fortuna ai poveri di Palermo.
Compra un documento araldico su Di Gravina

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Di Gravina

Blasone della famiglia

D'argento a due fascie d'azzurro
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook