1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Ricerca Cognome

Origine del cognome Forti, provenienza: Italia

Nobiltà: Nobili - Patrizi
Traccia araldica della famiglia: Forti
Corona nobiliare Forti
Nobile famiglia di Pescia, tra le più antiche ed illustri per le cariche civili, militari ed ecclesiastiche sostenute e per i nobili parentadi contratti, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. I Forti godettero il priorato ed il gonfalonierato e vestirono l'abito di cavaliere nell'Ordine di S. Stefano. Francesco, di Antonio, nonostante morì a soli 32 anni, lasciò scritti di filosofia e di giurisprudenza, conosciuti e apprezzati anche all'estero; Pietro, fratello di Francesco, fu a capo della diocesi di Pescia dal 1847 al 1854. I diversi rami della famiglia furono ascritti alla nobiltà di Pescia con i decreti 9 settembre 1771 e 28 luglio 1794. La famiglia è iscritta nell'Elenco Nobiliare Ufficiale Italiano in persona dei: a) discendenti da Pietro, Luigi, Francesco e Giulio, di Antonio di Pietro; b) discendenti da Ernesto, di Andrea, di Tiberio, di Francesco. c) Discendenti da Emilio, Michelangelo; d) discendenti da Marcello, di ...
... Continua
Compra un documento araldico sulla famiglia Forti

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Forti

Stemma  della famiglia Forti

1 Blasone della famiglia Forti

D'azzurro, all'albero di quercia nodrito sul terreno, il tutto al naturale, sostenuto da due leoni d'oro.

Forti originari di Arezzo. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 5269.

Stemma  della famiglia Forti

2 Blasone della famiglia Forti

D'oro, alla fascia di rosso, accompagnata da un lupo rapace di nero, nascente dalla fascia stessa.

Forti originari di Pescia; la difficile identificazione dell'animale, rappresentato senza coda perché nascente, ha portato alcuni araldisti e alcuni disegnatori a dare interpretazioni varie, quali cane o cavallo (cfr. Crollalanza 1886): tuttavia le descrizioni dell'arma annesse al processo per l'ammissione del cavaliere Francesco Forti alla nobiltà di Pescia nel 1771, parlano chiaramente di «lupa». Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 5630.

Stemma  della famiglia Forti

3 Blasone della famiglia Forti

D'azzurro, al leone d'oro tenente alla bocca con le due branche anteriori un corno da caccia dello stesso.

Forti di Toscana. Famiglia originaria di Volterra; Agostino di Guccio risulta cittadino fiorentino nel 1361. Pietro Gaetano e Forte Maria di Domenico Forti furono ammessi al patriziato volterrano nel 1757 e a quello fiorentino nel 1759. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2094.

Stemma  della famiglia Forti

4 Blasone della famiglia Forti

Troncato: nel 1° d'azzurro, al crescente montante d'oro; nel 2° d'oro, alla testa d'aquila di nero.

Forti originari di siena. 6922.

Stemma  della famiglia Forti

5 Blasone della famiglia Forti

Troncato: nel 1° d'azzurro, al crescente montante d'oro; nel 2° d'oro, alla testa d'aquila di nero, alla fascia di ... passante sulla troncatura.

Forti originari di siena. 6922.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook