EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Funo, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Funo
Corona nobiliare Funo
Famiglia assai antica, di cui si ànno molte memorie del XIII secolo. Pietro di Michele notajo, vivente nel 1292. Il ricercatore e auterovele storico Gozzadini nella sua "Delle Torri Gentilizie di Bologna, e delle famiglie nobili alle quali prima appartennero", stampato in Bologna presso Zannichelli nel 1875. Sottoposta a più d'ogni altra alle vicendevolezze de' tempi fu la presente famiglia, la quale come fazzionaria delle rabbiose parti Guelfe, e Ghibelline si disastrò, come l'altre a lei simili, che hora dentro, hora fuori delle città emiliane bisognò commorare, secondo gl'interessi, che coorevano per quella parte, come si mostrerà appresso. Questa secondo l'antico costume, si chiamò con il nome del luogo, che non essendovi per allora in uso i Casati, si denominavano le famiglie da quel luogo, che possedevano, come di tant'altre nell'opera nostra si prova; anzi l'essersi questa ostinata sino del Secolo 1500 in portare tale cognome, come fecero tant'altre,... Continua
che padroneggiando terre, Castelli, e grossi Villaggi, non vollero perdere quell'ombra di grandezza, che nelle glorie, e onori della Casa fa Corpo reale.
Compra un documento araldico su Funo

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Funo

Stemma  della famiglia Funo

1 Blasone della famiglia Funo

Di rosso, a tre caprioli rovesciati d'argento, col palo dello stesso attraversante e caricato da un leone di verde.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. primo, pag. 439, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook