Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Meresa, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Meresa
Corona nobiliare Meresa
Da Rapallo, Savona ed altri luoghi della riviera di Ponente. Bertolotto Celexia fu tra i cittadini che giurarono la pace con Pisa nel 1188; Giacomo ufficiale di Montea nel 1439. Ascritti in famiglia Pinetti, nel 1528, Gio-Andrea e Gregorio fratelli di Benedetto. Pier-Paolo di Giambattista fu ministro della repubblica presso la Corte di Londra nel 1755-1759. Originari di Savoia, poi in Aosta, dove Giovanni Cerise veniva nobilitato dal duca Emanuele Filiberto con Patenti del 16 luglio 1560, si trasferirono a mezzo il secolo XVIII, in Torino, dove Secondo Domenico aveva studio di causidico collegiato. Uno dei suoi figli Alessandro (n.... Continua
Torino, 21 settembre 1752; dec. Aosta, 9 agosto 1823), fu nobilitato ed infeudato di Bonvillaret il 17 luglio 1792 e investito il 21 agosto successivo, col titolo comitale. Professore di codice napoleonico al tempo francese, vice-direttore del debito pubblico (27 dicembre 1819), membro della giunta per la riforma della legislazione (25 febbraio 1820) con titolo di consigliere di S.M. (25 gennaio 1820), lasciò scritto un notevole Precis Historique de l'ancienne legislation francaise (Turin, 1820). Dal suo matrimonio con Chiara Orsola Briandà di Reaglie (dec. Torino 20 marzo 1832) ebbe fra altri figli, il conte Carlo, senatore di Piemonte (18 ottobre 1831) avvocato generale (21 luglio 1837) primo presidente (13 novembre 1861); e il cav. Clemente Michele (1792-1879), capitano delle guardie del re alla restaurazione, decorato della medaglia commemorativa delle campagne napoleoniche (1812), padre di Gaetano, avvocato fiscale militare, volontario nella campagna del `49; il Celso, caposezione al Ministero della Marina; di Giuseppe, colonnello degli alpini, medaglia d'argento, che fece viaggi in Oriente e li narrò; di Arnolfo Ottavio (1834-1911), commendatore mauriziano, tenente generale, decorato di 2 medaglie d'argento al valore militare e di 2 medaglie al valor civile. Dal matrimonio di questo con la nob. Maria Vittoria Fagnoli (n. Bologna, 22 febbraio 1850), figlia di Rinaldo e di Alda Pio di Savoia discendono gli attuali rappresentanti della famiglia. Motto della famiglia: Virtus sola lucescit
Compra un documento araldico su Meresa

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Meresa

Blasone della famiglia

D'azzurro alla banda d'argento, doppiomerlata di sei pezzi. Cimiero: un levriere nascente al naturale, collarinato d'oro portante la scritta: Comitum Civitellae.
Ranieri originari di Perugia. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 400, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook