1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Minardi, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Baroni
Traccia araldica della famiglia: Minardi
Corona nobiliare Minardi
Antica ed assai nobile famiglia siciliana, con diramazioni in Siracusa, Catania e Caltagirone, che vuolsi originaria della città di Firenze, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. La famiglia, conosciuta come Minardi, Minardo o Mainardo, ha posseduto i feudi di Barchino, Fontana degli Angeli, Ramione, Bideni ed altri. Essa, inoltre, nel dispiegarsi dei lustri, sempre è riuscita a produrre una serie di uomini che hanno reso illustre il suo nome, nei pubblici impieghi, nelle professioni liberali ed ecclesiastiche e nel servizio militare. Fra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, contasi: Mainitto, nominato portulanotto del porto e marina di Siracusa, nel 1399; Giovanni, giurato di Caltagirone, nel biennio 1408-9; Niccolò, con la stessa carica del precedente negli anni 1447-48, 1454-55, 1467-68; Paolo, senatore di Catania nel 1475-76; Giovanni, barone di Barchino, il quale fu capitano di giustizia in Caltagirone, nel 1475-76, e giurato di Caltagirone negli anni 1485-86,... Continua

1490-91 e 1493-94; dottor Filippo, che tenne la stessa carica del precedente nel 1489-90; similmente Giacomo nel 1499-1500; Francesco, che fu patrizio di Caltagirone nell’anno 1576-77 e che tenne la carica di proconservatore della stessa città nel 1583 e quella di capitano di giustizia nel 1595-96; Arrigo, il quale fu giurato di Caltagirone nel 1598-99; Giuseppe, il quale fu proconservatore in Caltagirone nel 1696 e capitano di giustizia nel 1701-2; Arrigo, senatore di Caltagirone nel 1662-63 e capitano di giustizia nel 1675-76; Giuseppe, che tenne la stessa carica nel 1722 e quella di capitano di giustizia negli anni 1731-32, 1735-36; Giovanni, giurato nel 1743-44 e patrizio nel 1758-59; altro Giovanni, capitano di giustizia negli anni 1746-47-48; Giuseppe, senatore di Caltagirone nel 1798-99. Da una analisi cromatica e simbolica dello stemma, possiamo, infine, ricavare alcune importanti informazioni sulle virtù associate a tal cognome. L'azzurro essendo il colore del cielo, rappresenta la gloria, la virtù e la fermezza incorruttibile; il braccio destro nudo e non armato, in funzione di donare, significa bontà e generosità; la luna è simbolo di fortezza d'animo nella sventura, perché illumina nelle tenebre; la stella è molto usata in araldica per simboleggiare la guida sicura o l'aspirazione a cose superiori; l'argento simboleggia la purezza, l'innocenza, la giustizia e l'amicizia. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Compra un documento araldico su Minardi

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Minardi

Stemma  della famiglia Minardi, Minardo, Mainardo o Menardi.

1 Blasone della famiglia Minardi, Minardo, Mainardo o Menardi.

D'azzurro, ad un braccio movente dal fianco sinistro, impugnante un crescente sormontato da una stella, il tutto d'argento.

Citato in "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912).

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook