EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Pazzella, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Pazzella
Corona nobiliare Pazzella Antica famiglia nobile della Liguria, detta originariamente Cazella, stabilitasi nel castello omonimo in quel di Montoggio già dal XII secolo, se ne hanno notizie sin dal 1173, quando un membro della famiglia fu tra i firmatari di un Trattato di alleanza con il Marchese di Massa; capostipite fu Ansaldus, del quale si hanno notizie documentate dal 1185. La famiglia, che godette nobiltà sin dai tempi più antichi, venne poi ad abitare a Genova da Rapallo nell'anno 1360; fu Casata di armatori, soldati ed ecclesiastici, diede alla Chiesa due Vescovi e partecipò sempre al Governo della Repubblica. Corrado fu Anziano nel 1368; Giovanni nel 1386, 1394, 1404; Luchino nel 1397. Numerosi altri ebbero lo stesso ufficio ed altre cospicue cariche nel secolo XV; Batta, nel 1494, fu ambasciatore della Repubblica presso il Duca Ludovico di Milano; Bernardo nel 1506, Desiderio nel 1523 e Nicolò nel 1527 furono Anziani. Nel 1528 la... Continua
Casata venne ascritta nell'Albergo dei de Fornari, di cui Giovanni Battista fu Doge nel 1545. Il 12 settembre 1541 Geronimo Cazella, valoroso uomo d'arme, ebbe da Carlo V il titolo di Conte Palatino per i servigi resi all'Impero. Ancora Giovanni Francesco, nel 1569 fu Senatore; poi Giovanni Ambrogio nel 1625, Francesco Antonio nel 1648 e Carlo nel 1683. Il Conte Giovanni Francesco, figlio di Giovanni Ambrogio, si stabilì in Terra d'Otranto, dove la famiglia materna possedeva i feudi di Galugnano, Specchia Rosa e Sant'Elena; i suoi discendenti, nel corso dei secoli XVII e XVIII, ebbero importanti uffici politici e diplomatici. Sul finire del '700 il ramo primogenito della Casata si stabilì a Gallipoli con Fortunato; agli inizi del '900 a Roma con Antonio. Motto della famiglia: Galea spes salutis

Compra un documento araldico su Pazzella

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Pazzella

Blasone della famiglia

D'azzurro alla fascia di rosso accompagnata in capo da due stelle di otto raggi d'oro, e in punta da un monte di tre cime di verde movente dalla punta.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook