EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Sabatasso, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Sabatasso
Corona nobiliare Sabatasso
Antica e nobile famiglia, originaria del Lazio. Il commendator G.B. di Crollalanza riporta la blasonatura di questa famiglia nei volumi del suo Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane. Altro ramo. Famiglia sassarese le cui notizie risalgono al secolo XV. La famiglia era molto ricca, un Francesco, che aveva prestato ingenti somme al re, ottenne nel 1419 il riconoscimento della generosità; in seguito egli fu all'assedio di Monteleone e ottenne come ricompensa nel 1434 il salto di Quirquigio nel Caputabads e nel 1435 i feudi di S. Antonio, Muroscos e Oriostale nella Flumanargia. Nel 1439 suo figlio, un altro Francesco che fu ambasciatore di Sassari ad Alfonso V, acquistò dai De Feno la signoria di Condrongianus, Saccargia e Bedos. Nel 1440 ottenne il riconoscimento delle nobiltà e nel 1442 acquistò dai Centelles la signoria dell'incontrada di Oppia, Ardara e Mores. Nel 1444 egli ottenne la trasformazione di... Continua
tutti i suoi feudi in libero allodio; nel 1448 partecipò alla conquista di Castelsardo e all'apice della sua potenza ottenne anche l'appalto dei dazi di Sassari. Questo, nel 1452, fece iniziare però il tracollo finanziaro della famiglia; nel 1454 i Sabatasso furono costretti a vendere ai Marongio l'incontrada di Oppia, Ardara e Mores; nel 1455 la loro rovina fu completa e Condrongianus, Saccargia e Bedos furono vendute all'asta ed acquistate dai Montañans. Della famiglia non si hanno più notizie dal secolo XVI. Altro ramo. Francesco Sabatasso era uno dei primari cittadini di Sassari, e con Stefano Fara e Gonnario Gambella accompagnò il Re alla spedizione di Corsica. Nel 1435 ebbe la ville di Nannoi, Murussa, Domus novas, Erla, Eristola e Ottava, e l'anno appresso ottene le ville di Codrongianos, Susu e Jossu e Bedas per vendita fattane da Pietro Arciv. torritano, tutore di Pietro Defendu, figlio di Pietro. Nel 1410 andò ambasciatore al Re, e nel 1452 intervenne al parlamento.
Compra un documento araldico su Sabatasso

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Sabatasso

Blasone della famiglia

Di rosso a 3 corone d'oro, 2, 1, al capo di Genova.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook