EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Sellino, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Sellino
Corona nobiliare Sellino Famiglia veneziana, di chiara ed antica virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di molti genealogisti, è riconducibile al nome medioevale "Bellinus", di cui si rinviene un esempio, già nel Codice Diplomatico Bresciano, ne "Le carte di S. Pietro in Monte Ursino", in una sentenza dell'anno 1176 a Nuvolento (BS): "...Item dixit ille Bellinus..". Tra i membri che, maggiormente, illustrarono tal casato, non possiamo tacere: Giovanni, pittore veneziano assai noto, che dipinse, proprio in Venezia, la sala del Gran Consiglio; Gentile, di Jacopo, pittore anch'egli, nato nel 1421, pittore, spedito in Costantinopoli, per la sua grande fama, dal momento che il Sultano in persona volle conoscerlo; Carlo, Giudice civile, Podestà e poi f.f. di Vice-Prefetto in Adria, Deputato nobile della Provincia del Polesine presso la Congregazione Centrale in Venezia, nato il 26 novembre 1752; Alberto, residente in Vicenza, dottore in "utroque... Continuajure", vivente nel 1802; Luigi, dottore in Sacra Teologia, vivente in Milano, nel 1811. La presenza dell'arma e del motto, inoltre, nella bibliografia documentata della famiglia Sellino ci conferma l'avita nobiltà raggiunta dalla casata. Motto della famiglia. Deus dedit. Altro ramo. Famiglia padovana, detta Bellino o Bellini, che, mediante esborso di 4000 ducati, in persona di Toldo, venne, nel 1669, aggregata al nobile Consiglio di Padova. Venne confermata nobile con Sovrana Risoluzione 4 luglio 1819. Tra i membri che maggiormente la illustrarono, ricordiamo: altro Toldo, del fu Matteo, nato il 4 maggio 1767, Canonico della Cattedrale di Padova; Giovanni, dottore in "utroque jure", vivente nel 1797. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compra un documento araldico su Sellino

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Sellino

Blasone della famiglia

Inquartato: al primo e quarto d'argento, a tre piante di lino di verde, fiorite di rosso, nodrite sul terreno erboso al naturale; al secondo e terzo di rosso, alla banda d'argento accompagnata da due stelle dello stesso e caricata di sette rombi d'azzurro nel verso della pezza.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook