1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Sequino, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Sequino
Corona nobiliare Sequino In considerazione di particolari benemerenze, il re Carlo Emanuele III, coi diplomi in data 19 agosto 1731, concedeva a Gavino, di Bortigali, ed ai suoi figli e discendenti da maschi i titoli di cavalierato e di nobiltà e l'uso delle armi gentilizie. Esistono vari rami di questa nobile famiglia. A) Da don Salvatore Angelo Sequino il cui nome era compreso nell'elenco feudatari, dei nobili e dei cavalieri, compilato, nel 1822, dalla Regia Prefettura di Cuglieri e trasmesso alla Regia Segreteria di stato e di guerra presso il viceré di Sardegna. Discende da don Bachisio, il quale lasciò due figli, don Battista e don Francesco Sequino. Il primo di essi, don Battista, sposò il 27 marzo 1853, Gavina Torchiani, dalla quale ebbe un figlio don Battistino (Battista), nato a Sassari il 4 ottobre 1855 e sposatosi in Bortigliani con donna Giovanna Angela Passino. Da questo matrimonio nacquero: Francesco, nato il 19... Continuagiugno 1882 in Bortigali; Raffaela, nata il 17 marzo 1888 in Bortigali e Luigi, nato il 19 giugno 1891 in Macomer. Il secondo di essi e, cioè don Francesco, sposò il 16 ottobre 1878 in Macomer, donna Antonietta Pinna, i figli Maria Anna, nata il 13 agosto 1879; Doloretta, nata l'8 maggio 1882; Antonietta, nata il 10 giugno 1884, e Vincenzo, nato il 26 luglio 1887. B) Dal matrimonio di don Francesco Angelo Sequino con donna Angelina Sequino, nacque don Giovanni Battista Sequino-Sequino, il quale sposò donna Maddalena Fois, in Bortigali il 6 novembre 1805. Da questo matrimonio nacque, il 15 maggio 1818, don Giovanni Battista Sequino-Fois, che sposò il 4 febbraio 1844 in Macomer, Luigia Tola. Egli ebbe i figli: Giovanni Battista, nato a Bortigali il 4 ottobre 1844; Gavino; nato a Bortigali il 26 dicembre 1857; Ernesto, nato a Bosa il 10 aprile 1882. Dal predetto Giovanni Battista Sequino-Tola, nacque in Nuoro il figlio Giuseppe, il I settembre 1883. C) Da don Antonio Sequino, di Birori il cui nome è compreso nell'elenco dei feudatari, dei nobili e dei cavalieri, compilato nel 1822 dalla Regia Prefettura di Cuglieri e trasmesso alla Regia Segreteria di stato e di guerra presso il viceré di Sardegna. Discende da don Bachisio, che, nato a Birori e sposatosi con Teresa Salis, ebbe il figlio Emanuele, il 10 novembre 1852 a Muravera.
Compra un documento araldico su Sequino

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Sequino

Blasone della famiglia

Spaccato; nel primo d'azzurro, ad un crescente rivolto d'argento; nel secondo di rosso, a due freccie d'argento poste in croce di S. Andrea, le punte in basso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook