EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Serraglia, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Serraglia
Corona nobiliare Serraglia
A detta di Scipione Ammirato deriverebbero da un ser Belcaro, di Benvenuto, o Bonaiuto "da Pogna", che fu priore in Firenze nel 1325, i cui discendenti si dissero "da Pogna" e poi anche "della Cella" è "da Marcialla". La famiglia ebbe 21 priori di libertà, dal 1325 al 1517, e 6 gonfalonieri di giustizia in Firenze dal 1346 al 1431, e parecchi de' suoi rappresentanti furono ricevuti per giustizia nel S.M. Ordine di Malta. Ad essa si deve la costruire del grandioso convento di S. Firenze, oggi sede dei Tribunali fiorentini. Un Filippo, abate olivetano, venne creato da papa Paolo III vescovo di Alife nel 1548. Un Paolo, di Niccolò "de Serraglis, civis et patritus fiorentinus" è ricordato, sotto la data del 9 giugno 1568, come "Capitaneus Fivizani" negli atti del notaio Cesare Tanucci. Giuliano, di Francesco, fu senatore nel 1608. Con Serraglio, di Paolo, di Girolamo, inscritto nel Cittadinario... Continua
fiorentino pel quartiere di S. Spirito, gonfalone Drago, nel 1642 coi fratelli Girolamo e Camillo e morto il 13 settembre 1684, questo ramo della famiglia si estinse. Esisteva, però, un altro ramo, originario da Palaia nel contado pisano, e di là trasferito a Firenze, cui si assegna per capostipite un Giovanni di Vanozzo, priore di Firenze nel 1391, pronipote del suddetto ser Belcaro da Pogna. Un discendente di cotesto Giovanni, Serraglio, di Francesco, morto nel 1579, aveva avuto due figli: a) Cesare, ammesso alla cittadinanza fiorentina nel 1633, autore di un ramo cui con rescritto 20 luglio 1860 del luogotenente generale della Toscana per S. M. il Re Vittorio Emanuele II, fu riconosciuta, in persona dell'avv. Serraglio Serragli, la nobiltà civica di S. Miniato, che è il centro urbano più vicino a Palaia, luogo di provenienza di questa famiglia. Tale ramo va ad estinguersi in Clotilde-Serragli maritata ad Alessandro Martini-Bernardi; b) Francesco, da cui vennero Flaminio, Antonio ed Enrico, generò Francesco ed Alessandro; mentre dal primogenito, Carlo, venne Pietro, e da questo Giovan Francesco Maria, nato a Palaia il 18 gennaio 1826, che con Regie Lettere Patenti 21 settembre 1901, fu autorizzato ad assumere il titolo di "patrizio fiorentino" e con decreto ministeriale del 30 dello stesso mese ottenne il riconoscimento della nobiltà di S. Miniato per sè e per i suoi di'avv.

Compra un documento araldico su Serraglia

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Serraglia

Blasone della famiglia

Partito di oro e di rosso, a tre fascie dell'uno all'altro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook