1. Origine del cognomeStefaniadi, provenienza: Italia

    Titolo: Nobili
    Traccia araldica della famiglia:Stefaniadi
    Corona nobiliare Stefaniadi Antica famiglia di Belluno, di chiara ed avita virtù, aggregata a quel nobile Consiglio nel 1782 e confermata nella sua nobiltà con S.R. 21 febbraio 1821. Giovanni, di Nicolò, fu medico distintissimo sia in Belluno che in Venezia, ove fu ascritto a quel Collegio medico, del quale fu priore nel 1645, e lasciò stampate opere di medicina e filosofia nonché versi latini assai pregevoli. Ultimo maschio di questa famiglia fu Federico, dotto cultore di scienze storiche e primo presidente della Commissione Araldica Veneta. Il titolo di nobile fu rinnovato personalmente in favore della, di lui figlia Alba, moglie di Melton Fisher, con D. M. del 1896. La famiglia levò per arme. Partito di rosso e di nero alla stella di otto raggi d'oro, attraversante. Antica e nobile famiglia, originaria della Toscana, ove risulta divisa in quattro rami. Uno godette nobiltà in Firenze, nel Gonfalone Santa Maria Novella, alzando per arme:... ContinuaD'azzurro, al liocorno inalberato d'oro.Un altro,sempre fiorentino,invece,trovavasi anche nel Gonfalone Vipera,levando per arme:Di rosso,al massacro di cervo d'argento, e al capo cucito d'azzurro caricato di una stella a otto punte d'oro. Idem. Idem, il tutto abbassato sotto il capo di Leone X. (Il capo fu concessione di papa Leone X a Francesco Stefani, facente parte dei Gonfalonieri di Compagnia nel 1515, al momento della visita del papa a Firenze). Un altro ancora godette nobiltà in Pistoia e levò per arme: Troncato di rosso e d'azzurro,alla fascia d'oro passata sulla troncatura, accompagnata da tre crescenti rovesciati d'argento,2.1,posti nel secondo.Il quarto ramo,invece,ebbe residenza in San Miniato,alzando per arme:D'oro, all'aquila bicipite di rosso,sostenuta da un monte di sei cime di verde(o di nero).Alias.D'oro, alla testa di cane d'argento,sostenuta da un monte di sei cime di verde.Quest'ultimo stemma dovrebbe essere l'arme antica della famiglia;sembra che la sostituzione della testa di cane con l'aquila sia avvenuta, infatti, per eredità della famiglia Ciccioni (1604). I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
    Compra un documento araldico su Stefaniadi

    Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

    Stemma della famiglia:Stefaniadi

    Stemma  della famiglia Stefaniadi

    Blasone della famiglia

    Partito di rosso e di nero alla stella di otto raggi d'oro, attraversante.
    Compra una riproduzione dello Stemma
    Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome
900){cwidth=cheight="80%"}else if(screen.availWidth>470){cwidth=cheight="90%"}else{cwidth="90%";cheight="60%"}$("[rel^='img-']").colorbox({photo:!0,width:cwidth,height:cheight});$(".spin").click(function(event){spinner()});$("[rel='buy']").click(function(event){event.preventDefault();spinner();href=$(this).attr('href').replace("/buy",urmod+"cart.php");$.get(href,function(data){location.replace('/buy/?'+$.now())})})});function spinner(){};function spinner_end(){$('#spinner_one').hide()};function onsubmit_validate_field(name,minlength,email,compareTo){value=$('#'+name).val();length=value.length;if(minlength&&length0){if(minlength&&lengthi?e+i:i}function a(t,e){return Math.round((/%/.test(t)?("x"===e?E.width():o())/100:1)*parseInt(t,10))}function s(t,e){return t.get("photo")||t.get("photoRegex").test(e)}function l(t,e){return t.get("retinaUrl")&&i.devicePixelRatio>1?e.replace(t.get("photoRegex"),t.get("retinaSuffix")):e}function d(t){"contains"in x[0]&&!x[0].contains(t.target)&&t.target!==v[0]&&(t.stopPropagation(),x.focus())}function c(t){c.str!==t&&(x.add(v).removeClass(c.str).addClass(t),c.str=t)}function g(e){A=0,e&&e!==!1&&"nofollow"!==e?(W=t("."+te).filter(function(){var i=t.data(this,Y),n=new r(this,i);return n.get("rel")===e}),A=W.index(_.el),-1===A&&(W=W.add(_.el),A=W.length-1)):W=t(_.el)}function u(i){t(e).trigger(i),ae.triggerHandler(i)}function f(i){var o;if(!G){if(o=t(i).data(Y),_=new r(i,o),g(_.get("rel")),!U){U=$=!0,c(_.get("className")),x.css({visibility:"hidden",display:"block",opacity:""}),I=n(se,"LoadedContent","width:0; height:0; overflow:hidden; visibility:hidden"),b.css({width:"",height:""}).append(I),j=T.height()+k.height()+b.outerHeight(!0)-b.height(),D=C.width()+H.width()+b.outerWidth(!0)-b.width(),N=I.outerHeight(!0),z=I.outerWidth(!0);var h=a(_.get("initialWidth"),"x"),s=a(_.get("initialHeight"),"y"),l=_.get("maxWidth"),f=_.get("maxHeight");_.w=Math.max((l!==!1?Math.min(h,a(l,"x")):h)-z-D,0),_.h=Math.max((f!==!1?Math.min(s,a(f,"y")):s)-N-j,0),I.css({width:"",height:_.h}),J.position(),u(ee),_.get("onOpen"),O.add(F).hide(),x.focus(),_.get("trapFocus")&&e.addEventListener&&(e.addEventListener("focus",d,!0),ae.one(re,function(){e.removeEventListener("focus",d,!0)})),_.get("returnFocus")&&ae.one(re,function(){t(_.el).focus()})}var p=parseFloat(_.get("opacity"));v.css({opacity:p===p?p:"",cursor:_.get("overlayClose")?"pointer":"",visibility:"visible"}).show(),_.get("closeButton")?B.html(_.get("close")).appendTo(b):B.appendTo("
"),w()}}function p(){x||(V=!1,E=t(i),x=n(se).attr({id:Y,"class":t.support.opacity===!1?Z+"IE":"",role:"dialog",tabindex:"-1"}).hide(),v=n(se,"Overlay").hide(),L=t([n(se,"LoadingOverlay")[0],n(se,"LoadingGraphic")[0]]),y=n(se,"Wrapper"),b=n(se,"Content").append(F=n(se,"Title"),R=n(se,"Current"),P=t('