Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Tanera, provenienza: Italia

Titolo: Conti - Nobili
Traccia araldica della famiglia: Tanera
Corona nobiliare Tanera
Provengono da Pinerolo e pare che, in antico, si dicessero d'Agosta o De Augusta. Commerciavano e furono ascritti all'arte della lana; poi tennero banco in Torino, dove edificarono una cappella patronata in S. Antonio. Le prime memorie datano dal secolo XVI e già il 1 aprile 1605 Giacomo e Domenico, fratelli, ottenevano concessione d'arma. Giacomo procreò Bartolomeo (nato a Pinerolo, S. Donato il 12 ottobre 1606), che, venuto in Torino e acquistatovi grandi ricchezze col traffico e con gli appalti, comprò dal marchese Ercole Estense Tassoni il feudo di Salasco e ne fu investito con titolo comitale il 3 settembre... Continua
1661. Un ventennio prima, nel 1642, aveva sposato Maria Lucrezia, figlia del celebre primo presidente Gianfrancesco Bellezia. Appartiene alla sua discendenza diretta il conte Carlo Felice (nato a Torino il 13 settembre 1796 e dec. a Vercelli il 17 gennio 1866), che fu tenente generale, capo di stato maggiore nella guerra del 1848 e sotto il cui nome passò alla storia l'infelice armistizio di quell'anno. Il fratello suo, Alessandro (nato a Torino il 16 maggio 1801 dec. ivi l'8 gennaio 1885), che fu maggior generale di cavalleria, aiutante di campo del re e prefetto di Palazzo, diede luogo alla linea secondogenita. Giuseppe, di Luigi, di Carlo Felice. Linea secondogenita: Giuseppe, di Alessandro, di Ignazio. Figli: Alessandro, Brunone. Fratello: Vittorio. Figlia di Vittorio: Clementina. Motto della famiglia: Fragiles prudentia firmat Altro ramo. Bartolomeo, banchiere della Duchessa Cristina nel 1637-1647, comprò nel 1661 Salasco del Marchese Tassone ed in seguito fu sindaco e vicario di Torino. L'Abate Giuseppe nel 1765 fu elemosiniere del re. Nel 1848-49 il Conte Carlo di Salasco fu Ministro della guerra e capo dello Stato Maggiore nelle campagne di Lombardia, ed autore del famoso armistizio che prese il suo nome. Il Generale Alessandro il Salasco fu nel 1855 prefetto del palazzo reale. Altro ramo. Antica e nobile famiglia di Verona. Il commendator G.B. di Crollalanza riporta la blasonatura di questa famiglia nei volumi del suo Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane.

Compra un documento araldico su Tanera

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Tanera

Blasone della famiglia

Di rosso a tre piante di canna, d'oro, una accanto all'altra; con il capo d'azzurro, cucito, carico di tre stelle, d'oro (6) ordinate in fascia.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook