EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Tenna, provenienza: Italia

Titolo: Conti
Traccia araldica della famiglia: Tenna
Corona nobiliare Tenna Coi diplomi in data 8 novembre 1737, Carlo Emanuele III, re di Sardegna, concedeva i privilegi di cavalierato e di nobiltà a favore di Giovanni Angelo Tenna, dottore in leggi, della città di Oristano, con trasmissibilità ai suoi figli e discendenti per linea maschile. Col predetto diploma di cavalierato fu pure concesso l'uso dello stemma. Appartennero a questa nobile famiglia il capitano delle RR. Armate Don Giovanni Angelo Enna Borro, al quale il re Carlo Felice, con diploma del 26 ottobre 1830, conferì il titolo di conte trasmissibile a suoi figli e discendenti maschi in linea primogeniale e l'avvocato Don Antonio Tenna, censore generale in Oristano, cui il re Carlo Alberto, con diploma dell'11 febbraio 1837, conferì il titolo di Barone, trasmissibile ai suoi figli ed ai suoi discendenti maschi per linea primogeniale. Che i membri della famiglia Tenna siano noncuranti delle cose volgari, ripromettendosi dalle sole loro energie la... Continuadovuta ricompensa, lo provano i documenti fino ad oggi conosciuti come il Dizionario Storico-Blasonico del commendatore G.B. di Crollalanza che ne ha raccolte le tracce lasciate dalla famiglia in quelle città ove ebbe dimora ricoprendo cariche legislative, militari o altro, contribuendo non poco alla riuscita di quei documenti utili alla scoperta di questa famiglia.
Compra un documento araldico su Tenna

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Tenna

Blasone della famiglia

Inquartato: al primo d'oro al monte al naturale ardente di rosso sulla cima; al secondo d'argento alla colomba volante tenente nel becco un ramoscello di olivo, il tutto al naturale; al terzo d'argento al fiore di giacinto al naturale; al quarto di rosso al braccio vestito d'oro, impugnante, colla mano di carnagioine una spada d'argento, manicata d'oro, alta, in palo.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook