EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Umetelli, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Umetelli
Corona nobiliare Umetelli
In Erbusco, terra di quella regione bresciana che è denominata Franciacorta, viveva nei primi anni del 1500 il notaro Antonio Metelli. Il di lui figlio Giovanni Pietro (n. 1518) pure notaro, pur conservando i possedimenti di Erbusco, che sono tuttora in famiglia, trasferì nel 1568 la propria residenza in Brescia (Parrocchia di S. Giovanni); egli ebbe parecchi figli dei quali Quinto (n. 1540) solo ebbe discendenze con Livio (n. 1581) che sposò Lodovica della famiglia bresciana de' Capitani da cui nacquero: Pietro (n. 1607) e Quinto (n. 1619) questi, marito nel 1660 di Giulia Francassini, fu padre di sette figli, l'ultimo dei quali Giacomo (n. 1678) da Vincenza Guarneri, sposata nel 1729, ebbe Quinti III (n. 1733) e Andrea (n. 1735). Questi due fratelli nel 1764 chiesero ed ottennero che la loro famiglia fosse aggregata al Consiglio Generale della nobiltà bresciana. Da Quinto III nacque Paolo, il quale sposò Lavina... Continua
Garzani da cui ebbe Adriano (n. 1794) che fu marito di Chiara Raineri e padre di dieci figli, dei quali sono Luigi ebbe discendenti. Luigi (n. 22 marzo 1845, m. 3 marzo 1903) sposò Adalgisa Pelizzari (n. 1841, m. 1912) da cui: 1) Livio (n. 15 gigno 1870), dottore in medicina; 2) Edoardo (n .1871, m. 1917), dottore in medicina, sp. Giuseppina Coletti; 3) Quinto IV (n. 16 settembre 1872), sposa Stella Raineri, dal quale: a) Carmen (n. 2 aprile 1902) in Filippo Guadagnini; b) Gemma (n. 3 novembre 1905), in Sandro Rengoni; c) Luigi (n. 29 giugno 1909), perito agrario; 4) Adriano (n. 4 febbraio 1874), sp. Savina Canevali, da cui: a) Luigi (n. 19 febbraio 1907), dottore in legge; b) Fortunato (n. 14 maggio 1908); c) Adalgisa (n. 20 ottobre 1911); 5) Rinaldo (n. 1876, m. 1912), sacerdote. Altro ramo. Le prime memorie di questa famiglia risalgono al 1231 in cui vivea un Agolus capostipite conosciuto di essa. Vanta la Beata Michelina comprotettrice della città di Pesaro. (Estinta in principio del XVI secolo).

Compra un documento araldico su Umetelli

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Umetelli

Blasone della famiglia

D'azzurro, al cavallo gaio di argento, galoppante sulla pianura erbosa, al naturale.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook