EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Vaschieri, provenienza: Italia

Titolo: Signori
Traccia araldica della famiglia: Vaschieri
Corona nobiliare Vaschieri
Secondo lo Scorza, la famiglia sarebbe orignaria di Chiavari ove risiedeva sin dal 1100 circa ; i suoi membri occuparono a Genova onorevoli uffici (Famiglie nobili genovesi); il Guasco di Bisio annovera gli Vaschieri tra le famiglie che nel XII sec. sotto i marchesi del Vasto costituirono il Comune Signorile di Albenga soggetto poi alla Rep.di Genova, e così il Crollalanza il quale tuttavia erra attribuendo a questi la signoria di Giaglione perché trattasi di altra famiglia Vaschieri che partecipò sotto il dominio dei Conti di Savoia nella prima metà del 1100 alla costituzione del Comune Signorile di Susa; ebbe vari feudi nella Valle Omonima e cangiò poi nome da Vaschieri in Roma (Diz. Feud., 29 e 808); gli annali del Caffaro citano il passaggio del fiume Solius presso Antiochia durante la prima crociata inOriente nel 1097 di quattro persone tra le quali un Anselmo Vaschieri; nel settembre 1146 i... Continua
Genovesi promettono al Conte di Barcellona di intervenire all'assedio di Tortona: tra coloro che giurarono si rilevano degli Vaschieri, Ascheri, Aschero, Aschiero, Schieri, Scieri, (Grillo, Orig. local, e cognomi della Rep. di Genova, 30 ed altre citazioni alle pagg. 37 e 53). Dal ceppo ligure si staccarono nuclei che nella prima metà del sec. XII diramarono nel Tortonese, nell'Astese e più a settentrione a Casale e Vercelli: già nel 1134 troviamo a Marengo un Ascherio, non meglio identificato, teste in atto del 27 agosto ove Ugone de Bona di detto luogo si offre al monastero di S, Pietro in ciel d'oro di Pavia (Cartario Aless. I, 50); a Tortona, ove già risiedevano, dovettero subire l'assedio di Federico Barbarossa poichè il Salice ci informa che dopo la resa, la quale imponeva l'esodo di tutti gli abitanti della città (17 aprile 1155), gli Vaschieri si ritirarono parte nelle loro case di Castelnuovo Scrivia e parte nel Genovesato, loro terra d'origine (Annali, I, 168 e 287) Ecco ora la prima figura, forse la più nota perchè la più popolare del casato. Verso la metà del 1100 era priore del monastero di S.Giustina di Sezzadio Giovanni Vaschieri, quasi certamente di Castelnuovo; il monastero non offriva né sicurezza d'asilo né tranquillità per cui il priore ed i quattro monaci chiedevano ed ottenevano di essere accolti nella comunità religiosa di Rivalta. In breve Vaschieri organizzò la vita monastica, dette rigroso impulso alla coltivazinte dalla famiglia assai facoltosa.
Compra un documento araldico su Vaschieri

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Vaschieri

Blasone della famiglia

D'azzurro alla banda d'argento, doppiomerlata di sei pezzi. Cimiero: un levriere nascente al naturale, collarinato d'oro portante la scritta: Comitum Civitellae.
Ranieri originari di Perugia. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 400, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook