1. Origine del cognomeVegrone, provenienza: Italia

    Titolo: Marchesi - Nobili
    Traccia araldica della famiglia:Vegrone
    Corona nobiliare Vegrone Famiglia Guelfa, originaria di Locarno, ove avrebbe abitato un Negrone (1090), dal quale Marchio (secondo alcuni autori e genealogisti detto Guglielmo), il quale avrebbe assunto a cognome il soprano del padre e si sarebbe stabilito in Genova ove è annoverato tra i visconti e risulta possedere case in Ponticello (1134). Da questi, attraverso Ogerio, Ansaldo, Giacomo, Francesco (secondo il Buonarrotti: Nicolò), Simone (secondo il Buonarotti: Filippo), Cosmo (signore del lago di Agiò e di castella in Cipro), Cosmo, Simone, Melchior, Simone, Selvaggio, Bendinelli, Gio. Battista, Ambrogio. Francesco Ambrogio, si bipartiscono per i suoi due figli, in due linee: dal primo, di nome Francesco, discende Ambrogio, padre dl vivente Vittorio, riconosciuto 16 agosto 1899, marchese (mpr.), patrizio genovese (m.), residente in Genova, coi suoi figli Anna in Frescobaldi, residente in Firenze; Violante, Ambrogio. Dall'altro figlio di Ambrogio, di nome Brancaleone, discendente il fu Giulio, riconosciuto nobile dei marchesi (m.), patrizio genovese... Continua(m.)con d.P.30 marzo 1927,cavaliere di Malta,commendatore con placca di s.Gregorio Magno,Cameriere Segreto di Cappa e Spada di S.S.che curò la pubblicazione di un'opera sulla famiglia Negrone padre della vivente Emilia in Viglietti, residente a Torino; e Giovanni pure cavaliere di Malta, riconosciuto marchese (pesr). nel 1899, ed abitante in Genova. Altri rami collaterali di questa famiglia sono estinti. Tra i personaggi più notevoli per cariche civili e diplomatiche, nonchè per imprese militari debbono ricordarsi: Oberto di Negrone, consigliere (1153); Guglielmo, console dei Placiti (1171), del Comune (1173, 78), dopo essere stato ambasciatore al conte di S. Egidio (1165) ed ai Pisani (1170); Guidotto console dei Placiti (1168, 75, 78); Giustiniano, ambasciatore al re di Francia (1235) e Guglielmo, al re di Tunisi (1235), Tomaso e Gilotto che guarirono per la Repubblica le convenzioni i di Ninfero (1261). Francesco, fu console genovese a Granata (1298); Barnaba qm. Gabriele combattè al Bosforo (1352) ed all'isola della Sapienza fu sovrintendente dei famosi balestrieri genovesi(1358),soccorse del proprio la Repubblica(1359);Michele,confermò ed estese trattati precedenti con Mori di Granata(1362)e col re di Tunisi(1372 Cicogna(1429)e con tre navi e 1500 fanti liberò l'isola di Sestri, assediata da 34 navi veneto-fiorentine (1452); Martino, suo fratello, fu capitano navale; Cosimo, ai servigi di papa Sisto IV, imbarcati 1000 uomini combattè contro i turchi (1441) e difese le colonie genovesi in Crimea (1442); Giacomo, fu premiato dalla Repubblica per aver preso navi catalane (1445); Alessandro, banchiere, commerciò in Bruges.
    Compra un documento araldico su Vegrone

    Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

    Stemma della famiglia:Vegrone

    Stemma  della famiglia Vegrone

    Blasone della famiglia

    Interzato in sbarra; nel 1
    Compra una riproduzione dello Stemma
    Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome
900){cwidth=cheight="80%"}else if(screen.availWidth>470){cwidth=cheight="90%"}else{cwidth="90%";cheight="60%"}$("[rel^='img-']").colorbox({photo:!0,width:cwidth,height:cheight});$(".spin").click(function(event){spinner()});$("[rel='buy']").click(function(event){event.preventDefault();spinner();href=$(this).attr('href').replace("/buy",urmod+"cart.php");$.get(href,function(data){location.replace('/buy/?'+$.now())})})});function spinner(){if(document.getElementById("spinner_one")){$("#spinner_one").show()}else{htm_spinner='
';$("body").append(htm_spinner)};setTimeout(spinner_end(),3000)};function spinner_end(){$('.sk-fading-circle all_spinners #spinner_one').hide('slow')};function onsubmit_validate_field(name,minlength,email,compareTo){value=$('#'+name).val();length=value.length;if(minlength&&length0){if(minlength&&lengthi?e+i:i}function a(t,e){return Math.round((/%/.test(t)?("x"===e?E.width():o())/100:1)*parseInt(t,10))}function s(t,e){return t.get("photo")||t.get("photoRegex").test(e)}function l(t,e){return t.get("retinaUrl")&&i.devicePixelRatio>1?e.replace(t.get("photoRegex"),t.get("retinaSuffix")):e}function d(t){"contains"in x[0]&&!x[0].contains(t.target)&&t.target!==v[0]&&(t.stopPropagation(),x.focus())}function c(t){c.str!==t&&(x.add(v).removeClass(c.str).addClass(t),c.str=t)}function g(e){A=0,e&&e!==!1&&"nofollow"!==e?(W=t("."+te).filter(function(){var i=t.data(this,Y),n=new r(this,i);return n.get("rel")===e}),A=W.index(_.el),-1===A&&(W=W.add(_.el),A=W.length-1)):W=t(_.el)}function u(i){t(e).trigger(i),ae.triggerHandler(i)}function f(i){var o;if(!G){if(o=t(i).data(Y),_=new r(i,o),g(_.get("rel")),!U){U=$=!0,c(_.get("className")),x.css({visibility:"hidden",display:"block",opacity:""}),I=n(se,"LoadedContent","width:0; height:0; overflow:hidden; visibility:hidden"),b.css({width:"",height:""}).append(I),j=T.height()+k.height()+b.outerHeight(!0)-b.height(),D=C.width()+H.width()+b.outerWidth(!0)-b.width(),N=I.outerHeight(!0),z=I.outerWidth(!0);var h=a(_.get("initialWidth"),"x"),s=a(_.get("initialHeight"),"y"),l=_.get("maxWidth"),f=_.get("maxHeight");_.w=Math.max((l!==!1?Math.min(h,a(l,"x")):h)-z-D,0),_.h=Math.max((f!==!1?Math.min(s,a(f,"y")):s)-N-j,0),I.css({width:"",height:_.h}),J.position(),u(ee),_.get("onOpen"),O.add(F).hide(),x.focus(),_.get("trapFocus")&&e.addEventListener&&(e.addEventListener("focus",d,!0),ae.one(re,function(){e.removeEventListener("focus",d,!0)})),_.get("returnFocus")&&ae.one(re,function(){t(_.el).focus()})}var p=parseFloat(_.get("opacity"));v.css({opacity:p===p?p:"",cursor:_.get("overlayClose")?"pointer":"",visibility:"visible"}).show(),_.get("closeButton")?B.html(_.get("close")).appendTo(b):B.appendTo("
"),w()}}function p(){x||(V=!1,E=t(i),x=n(se).attr({id:Y,"class":t.support.opacity===!1?Z+"IE":"",role:"dialog",tabindex:"-1"}).hide(),v=n(se,"Overlay").hide(),L=t([n(se,"LoadingOverlay")[0],n(se,"LoadingGraphic")[0]]),y=n(se,"Wrapper"),b=n(se,"Content").append(F=n(se,"Title"),R=n(se,"Current"),P=t('