Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Viannini, provenienza: Italia

Titolo: Conti - Nobili
Traccia araldica della famiglia: Viannini
Corona nobiliare Viannini
Antica e nobile famiglia di Pergola che fu ascritta anche alla nobiltà di Ancona. Paolo nel 1705 dal duca Francesco Farnese, duca di Parma, fu creato conte con tutti i suoi discendenti maschi in infinito. Il 30 luglio 1759 Clemente XIII, ad istanza del conte Luca, eresse in Contea n. 5 poderi che il suddetto conte possedeva a Senigallia in vocabolo Brugneto e Sambuco, sotto il nome di Contea di Brugneto e Sambuco. Tale erezione fu fatta a favore del suddetto conte Luca e "dei suoi figli, e discendenti, eredi, e successori anche estranei in perpetuo, e possessori pro tempore delli suddetti poderi e beni, con tutti i singoli privilegi, facoltà ed immunità, prerogative ed indulti in qualsiasi tempo conceduti e soliti a concedersi da qualsiano altri conti ecc. tanto per ragione Apostolica, Imperiale e Regale, aggregando Noi il suddetto Luca, suoi figli, e discendenti, eredi e successori anche... Continua
estranei quantossivoglia in infinito, che saranno pro tempore possessori dei suddetti cinque poderi e d'altri che potessero in avvenire alli medesimi unire ed incorporare, al numero e consorzio degli altri nobili ed "antichi Conti". Inoltre nell'ampio Breve in pergamena che si conserva in originale in famiglia, è detto che "tanto al detto conte Luca che ai suoi successori, sopra i detti Fondi ed altri potessero incorporarvi, viene concessa la caccia riservata per ogni sorta di animali; la pesca riservata in quel tratto del fiume Nevola che costeggia detti fondi; di fare la fiera pubblica in tutti li giovedì del mese di giugno di ogni anno. E ciò in perpetuo, e col godimento dei privilegi, franchigie, esenzioni ed immunità etc. concesse in simili fiere". Questa nobile famiglia, i cui membri ricoprirono cariche eminenti oggi purtroppo è estinta. L'ultimo fu il conte Bartolomeo che nato a Pergola il 25 luglio 1779, morì senza figli il 16 settembre 1846. Il suo più prossimo parente, il barone Luigi Ancajani di Spoleto ne ereditò beni e cognome, sicchè egli potè chiamarsi Conte di Brugneto e Sambuco, titoli passati poi al barone Francesco, figlio di detto barone Luigi, il quale morì il 1 maggio 1917. Egli non lasciò che due figlie: Angela, nata 4 agosto 1873 tuttora vivente, ed Enrica (nata 10 novembre 1871, deceduta 6 ottobre 1927) che il 16 giugno 1892 sposò il signor Paolo Vraldica (vedi Elenco Nobiliare Ufficiale 1922) dichiarò spettare alla famiglia Giannini i seguenti titoli: Conte di Brugneto e Sambuco, Nobile di Pergola, e di Ancona.

Compra un documento araldico su Viannini

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Viannini

Blasone della famiglia

Troncato: nel primo di azzurro al giglio d'oro; nel secondo di rosso a due pali d'oro; con la fascia d'oro sulla partizione a due pali di rosso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook