EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Zanardi Landi, provenienza: Italia

Titolo: Conti
Traccia araldica della famiglia: Zanardi Landi
Corona nobiliare Zanardi Landi La famiglia di Piacenza è un ramo dell'antichissima famiglia de Andito, modernamente Landi. Si staccarono dai de Andito nella prima metà del sec. XIII; il cognome in quel tempo era un nome di battesimo di un membro dei de Andito. Ciò viene dimostrato da un atto di cessione rogito dal notaio Albertus, del 9 aprile 1235. Molti membri di questa famiglia occuparono cariche pubbliche. Rainaldo fu camerario del Comune di Piacenza nel 1260; Gandolfo e ruffino, fratelli facoltosi mercanti, si trovavano a Londra nel 1330; essi il 15 giugno 1340, con rogito di Gabriele Mussi, ordinarono la costruzione in patria di oratorio con l'ospedale sotto il nome di S. Elisabetta; Bernardo era il canonico della cattedrale nel 1373; Antonio, iscritto nell'albo dei dottori e giudici piacentini, divenne professore di leggi e fu poi elevato al vescovado nel 1490. Il magnifico Giuseppe, dottore in ambo le leggi, fu podestà di ... Continua

Novara nel 1545 pel duca di Pier Luigi Faernese, e nel 1550 fu inviato ad Augusta con altri illustri concittadini oratore a Carlo V, da cui ottenne alla propria città la conferma di buona parte degli antichi privilegi. Francesco, allievo del Collegio dei Nobili di Parma, divenne colonnello della Guardia Nazionale, e ispettore della medesima nell'Umbria, nelle Marche, poi nella Toscana. Motto della famiglia: In veri et boni cognitione vera voluptas Altro ramo. La famiglia di Piacenza è un ramo dell'antichissima famiglia de Andito, modernamente Landi. Si staccarono dai de Andito nella prima metà del sec. XIII; il cognome in quel tempo era un nome di battesimo di un membro dei de Andito. Ciò viene dimostrato da un atto di cessione rogato dal notaio Albertus, del 9 aprile 1235. Molti membri di questa famiglia occuparono cariche pubbliche. Rainaldo fu camerario del Comune di Piacenza; Antonio, iscritto nell'albo dei dottori e giudici piacentini, divenne professore di leggi e fu poi elevato al vescovado nel 1490. Francesco, allievo del Collegio dei Nobili di Parma, divenne colonnello della Guardia Nazionale, e ispettore della medesima nell'Umbria, nelle Marche, poi nella Toscana. La fam. è iscritta nel Libro d'Oro della Nob. Ital. e nell'El. Uff. Nob. Ital. coi titoli di conte di Veano (m.), patrizio piacentino (mf.). Motto della famiglia: In veri et boni cognitione v ... Continua


Compra un documento araldico su Zanardi Landi

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Zanardi Landi

Stemma  della famiglia Zanardi Landi

1 Blasone della famiglia Zanardi Landi

Inquartato: nel primo e quarto troncato: sopra d'oro, all'aquila coronata di nero, linguata di rosso; sotto d'argento alla banda d'azzurro (Zanardi); nel secondo e terzo d'oro a tre fascie di nero a spina di pesce (Landi), allo scudetto sul tutto posto in cuore d'oro al giglio d'azzurro. Cimiero: Un cavallo marino nascente.

Stemma  della famiglia

2 Blasone della famiglia

Di rosso al leone d'argento coronato d'oro.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook