1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome De Pinto

Cognome: De Pinto

Dossier: 821460
Lingua del testo: Italiano
Nobiltà: Cavalieri - Conti - Marchesi - Patrizi
Nobili in: Italia


Traccia araldica :
De Pinto

Acquista

Corona nobiliare De PintoAntica famiglia, ascritta al Patriziato della città di Salerno, nel Seggio di Portanova, ritenuta di origine normanna; le prime memorie risalgono al secolo XIII con Landolfo, giudice della provincia di Salerno. Per eredità di Ruggero, ebbe il patronato della Marina di Salerno; Ludovico, capitano della Guardia di re Federico d'Aragona, per i suoi servizi nella guerra contro i Francesi, ottenne in feudo il Casale di San Martino nel Cilento, con giurisdizione civile e criminale, e ducati 150 sulla Bagliava di Lecce: concessioni riconfermate da Carlo V nel 1531; Antonio fu maestro di campo e Consigliere di Salerno gerosolimitano ed arcivescovo di Salerno, Carlo, cavaliere costantiniano ed inquisitore dei beni dell'Ordine del Salernitano nel 1823. Fu ricevuta per giustizia nel S. M. Ordine di Malta nel 1758 con Giulio Filippo. Dichiarata di nobiltà generosa nelle prove di ammissione delle RR. Guardie del Corpo, travasi ascritta al Registro delle Piazze Chiuse del ...
Continua

Blasone De Pinto

Stemma della famiglia De Pinto

Stemma della famiglia

D'oro alla banda d'azzurro caricata di tre rose d'argento, accompagnato nel capo da un labello di tre pendenti di rosso, e in punta da tre stelle d'argento

Acquista
Verba Volant, Scripta Manent
(Le parole volano, gli scritti rimangono)
Compra ora un documento araldico professionale

Stiamo costruendo il più grande archivio digitale di stemmi al mondo
assicura un posto alla Tua Famiglia

Vai al Catalogo

Ricerca Cognome

Come fare una ricerca araldica preliminare

É possibile fare una ricerca preliminare all'interno del nostro archivio. Circa 100.000 tracce araldiche, origini dei cognomi, blasoni e stemmi nobiliari sono disponibili gratuitamente. Basta scrivere il cognome desiderato nella form qui sotto e premere invio.


Heraldrys Institute of Rome on Facebook