1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome Dias

Cognome: Dias

Dossier: 882645
Nobiltà: Nobili - Cavalieri
Nobili in: Portogallo - Italia
Anteprima araldica della famiglia: in: Italiano

Anteprima araldica della famiglia: Dias

Corona nobiliare DiasAntica ed assai nobile famiglia portoghese, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Europa e del Mondo. In data 4 marzo 1752, fu concesso l'utilizzo dell'arme a Manuel Passos Dias, Cavaliere dell'Ordine di Cristo. In data 4 aprile 1820, fu concesso ad António Moreira Dias, Cavaliere del medesimo Ordine, figlio del fu Antonio, anch'egli Cavaliere di Cristo. In data 4 aprile 1820, l'uso dello stemma fu riconosciuto a Joaquim Inácio Moreira Dias, Cavaliere dell'Ordine della Torre e della Spada, fratello del precedente; in data 26 marzo 1823, a Jerónimo Lourenço Dias, capitano in Vila de Lomba e Cavaliere di Cristo. La chiara nobiltà della famiglia risulta confermata dalla sua presenza nella pregevole opera "Armorial Lusitano - Anuário da Nobreza de Portugal". Un cospicuo ramo del casato, inoltre, era passato in tempi remoti a risiedere in Sicilia. Un Pietro, infatti, con privilegio del 12 settembre ...

Continua

Stemma della famiglia: Dias

Stemma  della famiglia Dias

1 Blasone della famiglia Dias

Fonte bibliografica del blasone della famiglia Dias del Portogallo: "Armorial Lusitano - Anuário da Nobreza de Portugal".

Di rosso, all'elmo d'argento posto in maestà, ornato di piume di vari colori, sostenuto da un braccio armato d'argento movente dal fianco sinistro e cimato da una aquila spiegata di nero; col controcapo d'argento ondato d'azzurro.

Stemma  della famiglia Dias

2 Blasone della famiglia Dias

Blasone della famiglia Dias originaria della Sicilia. Fonte: "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912).

Inquartato in croce di S. Andrea; in capo e in punta d’azzurro, alla torre merlata di cinque pezzi d’oro, aperta e finestrata di nero; ai fianchi d’argento, al pino al naturale, sinistrato da un cane passante di nero.

Verba Volant, Scripta Manent
(Le parole volano, gli scritti rimangono)
Compra ora un documento araldico professionale

Vai al Catalogo

Stiamo costruendo il più grande archivio digitale di stemmi al mondo
assicura un posto alla Tua Famiglia
Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:
Email:

Ricerca Cognome


Heraldrys Institute of Rome on Facebook