1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Dolari, provenienza: Italia

Nobiltà: Conti - Marchesi - Nobili
Traccia araldica della famiglia: Dolari
Corona nobiliare Dolari
E' tradizione di famiglia che i membri della suddetta abbiano comune origine con gli omonimi di Novara, Genova e Asti. La famiglia riconosce quale suo capostipite un Tola, di Assolario, vivente nella seconda metà del secolo XIII. Un Paolo, nel 1619 ottenne la cittadinanza lauretana. Il 2 aprile 1621 ottenne la nobiltà di Recanati per sè e discendenti. Lorenzo, di Paolo, viene aggregato con tutti i suoi discendenti alla nobiltà di Loreto. Girolamo Felice, fu più volte gonfaloniere in Loreto, e il 28 ottobre 1704, dopo essere stato per più anni governatore di Rocca Contrada ne ottenne la nobiltà di I grado. Paolo, l'11 aprile 1703 ottenne per sè e discendenti la nobiltà di Matelica. Il 23 aprile 1707 l'imper. Giuseppe I lo dichiarava con Imperiali patenti consigliere cesareo con facoltà di innalzare le armi imperiali, e sì a lui che ai fratelli dà il titolo di "Familiari dell'Aula Imperiale".... Continua
Tomaso, di Gianuario, nel 1674 è cappellano di Corte dell'imperatore Giuseppe I, il quale con patente del 20 aprile 1707 lo dichiara suo cappellano ed elemosiniere onorario della basilica di Loreto. Il 15 marzo 1714 il magistrato recanatese reintegra nella nobiltà di Recanati Paolo Antonio Dolari e suoi discendenti in perpetuo. Gianuario, di Girolamo Felice, il 26 febbraio 1755 e il fratello Gaspare Filippo ottennero per sè e discendenti, il titolo di marchese da Benedetto XIV. Gianuario, di Girolamo Felice, il 26 settembre 1806 fu insignito da Carlo IV del cavalierato di carlo III di Spagna. Fu podestà e poi governatore di Loreto sotto Napoleone. Giuseppe, di Pietro Paolo, fu governatore di Forlì. Filippo Maria, di Pietro Paolo fu nominato dal re di Spagna amministratore in Loreto dell'Opera Pia Spagnola, poi fu delegato della provincia di Macerata e consigliere dello Stato Pontificio. S.M. Vitt. Emanuele III, re d'Italia, con Decreto 23 ag. 1909 e RR. LL. PP. 17 febbr. 1910 rinnovò al nobile Luigi del ramo primogenito, e al nobile Filippo del ramo cadetto, il titolo di marchese trasmissibile in linea primogeniale; ne riconobbe lo stemma e fece ascrivere la loro famiglia nel Libro d'Oro della Nobiltà Italiana, con i titoli di Loreto (mf.), nobile di Recanati (mf.), nobile di Matelica (mf.), marchese (mpr.), nobile dei marchesi (mf.).

Compra un documento araldico sulla famiglia Dolari

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Dolari

Stemma  della famiglia Dolari

Blasone della famiglia

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook