1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome Drioli

Cognome: Drioli

Dossier: 823061
Lingua del testo: Italiano
Nobiltà: Nobili
Nobili in: Italia


Traccia araldica :
Drioli

Acquista

Corona nobiliare DrioliFamiglia, di chiara e provata nobiltà, detta Orioli od Oriolo, originaria di Pistoia, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia e, con una certa prevalenza, nel ravennate. Annovera, tal casato, personaggi di elevate virtù, tra i quali, ricordiamo: Leopoldo, giureconsulto, vivente in Pistoia, nel 1545; Mons. Philippo, sa Basciano, che intrattenne molti scambi epistolari con il celebre Pietro Bembo, su molte questioni della lingua italiana; Bartolomeo, pittore e poeta, residente in Treviso, nel 1607; Giuseppe, dottore in "utroque jure", vivente in Pistoia, nel 1734; Giovanni, curiale, di Ravenna, vivente nel 1814; Achille, che valorosamente partecipò alle rivoluzioni italiane, del 1821; Prof. Francesco, Membro corrispondente dell'Ist. di Francia e di molte altre Accademie, vivente nel 1839; il dottissimo Cardinale Anton-Francesco, vicario generale dei Conventuali, nella prima metà del XIX secolo. La famiglia alzò per arme. D'argento, alla stella a otto punte di rosso, accompagnata da due crescenti volti in ...
Continua

Blasone Drioli

Stemma della famiglia Drioli

Stemma della famiglia

Trinciato di verde e d'argento, caricato il primo di un giglio d'oro, ed il secondo di un leone nascente al naturale.

Acquista
Verba Volant, Scripta Manent
(Le parole volano, gli scritti rimangono)
Compra ora un documento araldico professionale

Affida la storia del nome della tua famiglia ai professionisti dell'araldica

Vai al Catalogo

Ricerca Cognome

Come fare una ricerca araldica preliminare

É possibile fare una ricerca preliminare all'interno del nostro archivio. Circa 100.000 tracce araldiche, origini dei cognomi, blasoni e stemmi nobiliari sono disponibili gratuitamente. Basta scrivere il cognome desiderato nella form qui sotto e premere invio.


Heraldrys Institute of Rome on Facebook