1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome Enama

Cognome: Enama

Dossier: 823795
Lingua del testo: Italiano
Nobiltà: Nobili
Nobili in: Italia


Traccia araldica :
Enama

Acquista

Corona nobiliare EnamaQuesta famiglia diramata a Verona, proveniente dal Trentino, fu creata nobile del Sacro Romano Impero dall'imperatore Carlo V con diploma 11 giugno 1545, titolo che le venne confermato nel 28 settembre 1697 dal principe vescovo di Trento. Ebbe il riconoscimento con Decreto Ministeriale 22 agosto 1899. Con Decreto Regio 3 giugno 1926 al sottodescritto venne concesso di aggiungere al proprio il cognome Inama: Ottone, nato Verona, 4 febbraio 1855, di Edoardo, di Maurizio, sposato 18 settembre 1883 con Armida Turella, da cui: a) dott. Bernardino, nato Verona, 2 settembre 1884; b) dott. Bonifacio, nato Verona, 28 agosto 1885, sposato Padova 14 dicembre 1912 con Lydia Beduzzi, da cui: Gian Carlo, nato Milano, 1 giugno 1914; c) Edoardo, nato Verona, 20 marzo 1889. Il sottodescritto fratello del suddetto nobile Ottone ebbe il riconoscimento del titolo di nobile del Sacro Romano Impero mf. con Decreto Ministeriale 22 agosto 1899: Ulrico, nato Verona, ...
Continua

Blasone Enama

Stemma della famiglia Enama

Stemma della famiglia

D'azzurro, al sinistrocherio vestito di rosso, movente dal lato destro ed avente in mano un pestello d' oro, accompagnato in capo da tre stelle (6) dello stesso e da una fiamma di rosso uscente uscente dalla punta.

Acquista
Verba Volant, Scripta Manent
(Le parole volano, gli scritti rimangono)
Compra ora un documento araldico professionale

Non vi è futuro senza passato
Consegna alla memoria storica il nome della tua famiglia

Vai al Catalogo

Ricerca Cognome

Come fare una ricerca araldica preliminare

É possibile fare una ricerca preliminare all'interno del nostro archivio. Circa 100.000 tracce araldiche, origini dei cognomi, blasoni e stemmi nobiliari sono disponibili gratuitamente. Basta scrivere il cognome desiderato nella form qui sotto e premere invio.


Heraldrys Institute of Rome on Facebook