Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Gravati, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Gravati
Corona nobiliare Gravati Antica ed assai nobile famiglia lombarda, con residenza nella città di Brescia, detta Gravatari o Gravati, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse città del nord d'Italia. Il ramo originario, conosciuto come Gravatari, risulta estinto; tuttavia il Calvi la menziona nella sua opera intitolata "Il Patriziato Milanese", stampato in Milano, dal Borroni nel 1875, ed inoltre la famiglia continua ad esistere nelle sue diramazioni collaterali. Essa, inoltre, nel dispiegarsi dei lustri, sempre è riuscita a produrre una serie di uomini che resero illustre il suo nome, nei pubblici impieghi, nelle professioni liberali ed ecclesiastiche e nel servizio militare. Fra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, contasi: Giacomo, giurista in Brescia, fiorente nel 1508; Giacomo Maria, dottore in "utroque jure", vivente in Brescia, nel 1513; Alessandro, proprietario terriero, fiorente nel 1535; Agostino Maria, milite di professione, fiorente nel 1567; Federico, dottore in "utroque jure", vivente in Brescia, nel 1584;... Continua
P. Vittorio, dell'Ordine dei Minori Riformati, fiorente nel 1604; P. Benedetto, cappuccino, distintosi, per chiara pietà, nella peste del 1630; Giacomo, dottore in "utroque jure" e consigliere bresciano, fiorente nel 1656; P. Luigi, della compagnia di Gesù, fiorente in Brescia, nel 1708. Da una analisi cromatica e simbolica dello stemma, possiamo, infine, ricavare alcune importanti informazioni sulle virtù associate a tal cognome. 1) L'argento simboleggia la purezza, l'innocenza, la giustizia e l'amicizia; l'azzurro essendo il colore del cielo, rappresenta la gloria, la virtù e la fermezza incorruttibile; la croce, soprattutto se rossa, è un ricordo delle spedizioni di Terrasanta; il ferro di cavallo, secondo alcuni, rappresenta la volontà di seguire le orme gloriose degli avi, secondo altri, più prosaicamente, è un augurio di buona fortuna. 2) Il rosso, richiamandosi al sangue versato in battaglia, rappresenta il valore, l'audacia, la nobiltà ed il dominio; l'oro, il più nobile dei metalli, è simbolo di ricchezza, comando, potenza. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compra un documento araldico su Gravati

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Gravati

Stemma  della famiglia Gravatari

1 Blasone della famiglia Gravatari

Inquartato d'argento, e d'azzurro, caricato il primo di una croce scorciata patente di rosso, ed il quarto di un ferro di cavallo dello stesso.

Gravatari o Gravati della Lombardia. Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.III, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Gravati

2 Blasone della famiglia Gravati

Di rosso a due fascie in divisa d'oro.

Fonte: Archivio Storico di Heraldrys Institute of Rome.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook