Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Maggesi, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Variazioni cognome: Maggese
Traccia araldica della famiglia: Maggesi
Variazioni cognome: Maggese
Corona nobiliare Maggesi Antica ed assai nobile famiglia di origine toscana, appartenente al ceto consolare della città di Massa, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. La chiara nobiltà della famiglia risulta confermata dalla presenza, della sua blasonatura, nella pregevole "Raccolta Ceramelli Papiani", costituita nel corso di molti anni da Enrico Ceramelli Papiani (1896-1976), la quale è un fondo conservato nell'Archivio di Stato di Firenze e composto da quasi 8000 fascicoli, intestati a famiglie toscane di antica origine, che forniscono notizie genealogiche e araldiche tratte da fonti archivistiche conservate nell'Archivio fiorentino o in altri istituti archivistici... Continuao in biblioteche della regione. Secondo quanto ci viene tramandato, l'illustre famiglia Maggesi ottenne la nobiltà di Massa, ereditaria per ambo i sessi, in persona dei discendenti da Battista, di Francesco; da Gustavo, di Francesco e da Tommaso, di Carlo. D'altronde, tal famiglia, nel dispiegarsi dei lustri, sempre è riuscita a produrre una serie di uomini che resero illustre il suo nome, nei pubblici impieghi, nelle professioni liberali ed ecclesiastiche e nel servizio militare. Fra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, contasi: Guido, proprietario terriero, fiorente nel 1503; Giacomo, dottore in "utroque jure", vivente in Massa, nel 1533; Francesco, proprietario terriero, fiorente nel 1541; Tommaso, giureconsulto, vivente nel 1607; D. Gio. Batta, canonico e commissario apostolico, fiorente nel 1692; P. Antonio, dell'Ordine dei Predicatori, fiorente nel 1706; Giovanni Battista, Paolo e Francesco, i quali figurano tra i gentiluomini della corte del duca di Modena, nel 1836; Paolo Maria, alfiere dell'Armata toscana, vivente nel 1846. Nell'anno 1858, infine, Michele, Francesco, Paolo e Giovanni Batta, di Francesco Maggesi, furono segnalati tutti come componenti di famiglia nobile del ceto consolare. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro,
Compra un documento araldico su Maggesi

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Maggesi
Variazioni cognome: Maggese

Stemma  della famiglia Maggesi

1 Blasone della famiglia Maggesi

D'azzurro al tronco d'albero al naturale nodrito nella campagna di verde, con un ramo verdeggiante e fiorito di rosso.

Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI" vol.4, p.211; e in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook