Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Paltrinieri, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Paltrinieri
Corona nobiliare Paltrinieri
Negli antichi documenti modenesi, il cognome di questa famiglia è dato con varia grafia: ora Pultonero, ora Poltroniero, ora Paltoneri. Probabile capostipite, secondo anche la tradizione, ne fu quel Poltronrerius che negli anni 1168-1169 sedette tra i Consoli della città. L'anno 1202 Bernardus Poltronerius con altri principali cittadini di Modena giurava un trattato di lega col marchese Malaspina. Sembra che in quei tempi un ramo della famiglia passasse ad abitare a Bologna, dove fu aggregata a quella cittadinanza e figurò tra le principali. Nel libro dei Potenti e Nobili della città di Modena, compilato l'anno 1306, dopo la cacciata del presidio dell'Estense Signore, figurano iscritti Guillielmus de Pultoneriis coi figli e tutti gli altri della stessa famiglia. L'iscrizione in quel Libro nel quale erano notai coloro "qui digni non sunt esse in populo presenti", voleva dire essere esclusi da ogni partecipazione al governo ultrapopolare d'allora. Due però della famiglia Poltoneri,... Continua
Simone del fu Bernardino e Guamonte del fu Giliolo, forse perchè aderente alla parte, popolare, sono espressamente eccettuati da questa specie di proscrizione. Il primo, Simone, più tardi nel 1314, bandito dalla città perchè sospettata fautore dei Guelfi e degli Estensi, riparò in Fiorano, dove stabilì sua famiglia, la quale poi passò a Sassuolo, rimanendovi quasi due secoli, per ritornare infine a Modena Il 14 maggio 1518 i Conservatori di Modena rilasciavano a mons Bernardus di Poltoneri, Protonotaro Apostolico, Decano della Chiesa di Cadice, Conte Palatino, e Maestro di camera del Card. Accolti, un diploma di cittadinanza nobile, nel quale si dichiara che gli antenati del detto mons. Bernardo erano nobili e potenti primati della città e nominati onorevolmente nelle antiche carte modenesi, Il quale diploma venne poi confermato il 29 dicembre 1583 a favore di Giovanni e Andrea del fu Iacobo di Gian Battista del fu Matteo, di Simone e Prospero del fu Andrea, di Francesco del fu Paolo e di Giovanni e Paolo del fu Iacobo tutti dei Poltoneri . Il ramo di Giovanni e Pietro del fu Iacobo Poltonieri o Paltrineri allignarono in modesta condizione, finchè Domenico di Antonio (dec. 1788), arricchitosi in commercio, cominciò a vivere nuove nobilium; dei figli suoi, Francesco fu capitano dellmetteva detto Giuseppe, Bernadino, don Ercole ed Antonio e loro discendenti in perpetuo.

Compra un documento araldico su Paltrinieri

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Paltrinieri

Stemma  della famiglia Paltrinieri

1 Blasone della famiglia Paltrinieri

D'azzurro, alla cicogna d' argento, accollata da paltri neri, ed accompagnata nel capo da tre stelle di sei raggi d'oro.

Blasone della famiglia Paltrinieri da Modena. Fonte bibliografica: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Paltrinieri

2 Blasone della famiglia Paltrinieri

D'azzurro alla cicogna movente da un ristretto il terreno, il tutto al naturale, con un collarino di nero composto di un cerchio e di dodici palle pendenti, sormontata da tre stelle (6) d'oro male ordinate.

Blasone della famiglia Paltrinieri dell'Emilia Romagna. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI" .

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook