Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Pettini, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Pettini
Corona nobiliare Pettini
Di origine piemontese, se ne à memoria fin dal 1200 nella persona di Montore valoroso capitano d'armi. Un Francesco-Marcello, console piemontese, stabilì questa nobile famiglia in Toscana. Un Giovan-Marcello figlio del precedente la portò in Messina allorchè si recò al servizio di Re Carlo III di Borbone, e del quale fu capitano d'armi di Valdemone. Tolse egli in moglie la nobile Maria-Vittoria Perini e Reitano di Messina, dalla quale ebbe Francesco che fu capitan d'armi e Domenico il quale fu aggregato alla nobiltà di Messina con diploma senatorio dato nel gennaio 1807. Questo Domenico fu dotto in giurisprudenza e in letteratura, deputato pel distretto di Castroreale al Parlamento Siciliano nel 1813; poi fu giudice della Regia Udienza di Messina, del R. Patrimonio, quindi del supremo tribunale della Regia Gran Corte di Palermo. Nel 1819 l'anzidetto Domenico acquistò da Carlo Cottone principe di Castelnuovo la terra di Bavuso con l'annesso titolo... Continua
di conte concesso nel 1590 a Stefano Cottone dal Re Filippo II di Spagna. Il conte Francesco, figlio del precedente, è stato riconosciuto nel suo titolo di conte di Bavuso con regio decreto 27 luglio 1873. Dal Consiglio comunale di Acireale fu aggregato nel 1886 a quella cittadinanza, dopo aver esercitato in patria l'ufficio di decurione, di consigliere provinciale, di consigliere d'intendenza, e in detta città di Castroreale quello di sottindentente, e al Parlamento Nazionale l'altro incarico di deputato. Disposatosi ad Antonia Vita-Calapaj, famiglia inscritta nella mostra nobile di Messina nel 1807, ne à avuto due figlie, Angela sposa di Antonio Villadicani marchese di Condagusta dei principi della Mola e Maria consorte del cavaliere Lorenzo Ottaviani. (Ulteriori fonti in: Il Blasone in Sicilia). Motto della famiglia: Ne pereat. Lo stemma della famiglia Pettini è: Inquartato: nel primo d'oro alla torre di rosso merlata alla guelfa di quattro pezzi; nel secondo di rosso al leone d'argento tenente con le branche anteriori un ramoscello di palma al naturale; nel terzo d'azzurro, al braccio destro armato di ferro al naturale, tenente con la mano di carnagione un nastro d'azzurro orlato d'oro, nel quarto d'oro, al leone di rosso tenente con la branca anteriore destra una spada al naturale alta in palo: con la fascia d'argento attraversante sul tutto e caricata d'una stella d'otto raggi d'azzurro.
Compra un documento araldico su Pettini

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Pettini

Stemma  della famiglia Pettini

1 Blasone della famiglia Pettini

Inquartato: nel primo d'oro alla torre di rosso merlata alla guelfa di quattro pezzi; nel secondo di rosso al leone d'argento tenente con le branche anteriori un ramoscello di palma al naturale; nel terzo d'azzurro, al braccio destro armato di ferro al naturale, tenente con la mano di carnagione un nastro d'azzurro orlato d'oro, nel quarto d'oro, al leone di rosso tenente con la branca anteriore destra una spada al naturale alta in palo: con la fascia d'argento attraversante sul tutto e caricata d'una stella d'otto raggi d'azzurro.

Pettini della Sicilia. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook