1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Porario, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Porario
Corona nobiliare Porario La famiglia, dalla quale sortì il cavaliere Gerosolimitano e Priore di S. Quirino, Luigi o Lodovico R. che successe a Francesco Pelizza nella Precettoria di S. Quirino, carica che coprì anche nel 1493, è una delle più antiche e nobili di Pordenone, e trae il cognome dal vicino borgo di Rorai (Rorarium Magno). Girolamo (1485 - 1556) dopo assere stato commissario imperiale in Roma e Napoli, ambasciatore cesareo a Roma, poi nunzio pontificio alla Dieta di Norimberga, alle corti di Napoli, Ungheria, Polonia e più volte a quella di Vienna, vicario imperiale nel capitolo di Aquileia e protonotario apostolico, nel 1545 depose l'abito ecclesiastico e si sposò con Camilla Savino di Pordenone, con la quale, essendo convissuto 18 anni, aveva avuto da lei quattro figli. Bartolomeo fu oratore celebre e buon giureconsulto. Lesse nello Studio di Padova l'arte dei Notai e fece molte aggiunte a Giason del Mayno. Giorgio che... Continua

credesi l'autore delle note marginali alla versione della Bibbia fatta da Lutero. Nicolò celebre medico e Fulvio notaio di Pordenone rogò dal 1562 al 1578, e scrisse un poemetto in ottava rima, che ha per titolo "La Gloriosa Vittoria di David contro Golia" pubblicato a Venezia nel 1581 dai fratelli Guerra.


Compra un documento araldico su Porario

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Porario

Blasone della famiglia

D'azzurro al mastino abbaiante e rampante d'argento, collarinato di rosso, accompagnato da tre stelle di otto punte d'oro, 2 in palo nel fianco sinistro dello scudo, una nel cantone destro del capo.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook