EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Pusterli, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Pusterli
Corona nobiliare Pusterli Antichissima famiglia, che si ritiene appartenesse sin dal sec. IX all'Ordine dei Valvassori. Alcuni storici vogliono attribuire ad essa Angilberto, arcivescovo di Milano nell'824. A ogni modo essa già nel sec. XII era assai potente in Milano ed aveva le sue case nelle adiacenze della chiesa di S. Alessandro. Pare assumesse il nome da una Pusterla o porta della città di Milano della quale aveva la ,guardia. Sul declinare del XII sec. figurava del partito della Motta ed in seguito ora avversa ai Torriani, come nel 1279 quando volle opporsi ai capitoli della pace con questa famiglia, ora ad essi favorevole. Ottone Visconti la comprese nella Matricola degli Ordinari e il nome dei Pusterla si ritrova ad ogni pagina delle cronache milanesi sino al principio del sec. XIV, dopo la quale epoca cominciò a decadere dall'antico splendore e a ridursi in più modesta condizione. Ha una serie cospicua di uomini... Continua
valentissimi. Furono consoli di Milano: Anselmo nel 1117, Presoniero nel 1179, Giuzardo nel 1195, Goffredo nel 1189, Ubertaccio nel 1297. Anselmo fu arcivescovo di Milano dal 1126 al 1135; Codemalio, fatto prigioniero un uno scontro con l'esercito dell'imperatore Federico nel 1159, fu poi ucciso con altri milanesi e cremaschi esposti sulle macchine d'assalto nel famoso assedio di rema; Guglielmo, illustre cittadino, chiamato dai cronisti il Maggior Milanese dei suoi tempi, che molte città d'Italia si disputarono a podestà, nel 1210 da Ottone, re dei Romani, ottenne in feudo la città di Asti col privilegio di porre nel suo stemma l'aquila imperiale; Obigone, podestà dei valvassori del contado del Seprio nel 1224; Bonifacio, ambasciatore dei Milanesi alla Lega Lombarda nel 1229; Bulgaro, delegato dei capitani e valvassori alla pace di S. Ambrogio nel 1258 e podestà di Siena nell'anno successivo; Guglielmo, podestà dei mercanti nel 1277; altro Bonifacio, abate di S. Celso in Milano nel 1278; Filippo, monaco di S. Celso, ucciso nello stesso anno a Gorgonzola dalle truppe dei Torriani; Biriano, investito dal Capitolo della Metropolitana di Milano di beni in Tradate nel 1297; Jacopo nel 1311 eletto della nuova Credenza di S. Ambrogio; Guglielmo, creato cavaliere a Speron d'Oro dall'imperatore Enrico VII di Lussemburgo e inviato nel 1311 a sedere le turbolenze sorte in Cre8 e il primo fu condottiero al servizio di Gian Galeazzo Visconti, duca di Milano.

Compra un documento araldico su Pusterli

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Pusterli

Blasone della famiglia

D'oro all'aquila di nero, coronata del campo.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook