EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Regori, provenienza: Italia

Titolo: Baroni - Nobili
Traccia araldica della famiglia: Regori
Corona nobiliare Regori Questa famiglia Cremasca è originaria da Terni ed esulò nel secolo XII, durante la lotta delle fazioni, con un Pietro Regori, dottore in leggi, che, abbandonata la patria, si rifugiò a Crema, ove assunse il nome della città di origine. Ben presto assunsero a notorietà e coprirono, nella nuova patria, le principali cariche nella magistratura e parteggiando per i guelfi. Devotissimi alla Repubblica Veneta ebbero da questa incarichi onorevolissimi e quando Venezia fu travagliata dall'aspra lotta cogli Estensi e cogli Sforza, a Bartolino Regori fu affidata la custodia e la difesa di Crema. Pietro fu dotto ricercatore di documenti antichi per la storia della città di Crema. Costui generò quel ramo della famiglia che si estinse con una femmina maritatasi in casa Clavelli. Con D. R. 19 agosto 1919 e RR. LL. PP. 28 marzo 1920 a questa famiglia S. M. Vittorio Emanuele III, Re d'Italia, concesse il titolo di... Continua
conte trasmissibile maschi da maschi e in linea e per ordine di primogenitura. Ramo di Sicilia: la famiglia è un ramo della famiglia siciliana e della quale porta la medesima impresa. Brandolino stabilitosi a Foligno nel 1795, ottenne la nobiltà Folignate per maschi e femmine e la baronia di Coldenaro (maschio primogenito). Alzò per arma: partito merlato d'argento e di nero di sei pezzi. Nel corso dei secoli famiglie omonime della stessa si trasferirono in varie regioni d'Italia, donde ne acquisirono la nobiltà e vi furono accolti nelle importanti cariche della città dove ebbero dimora. Che i membri della famiglia Regori siano noncuranti delle cose volgari, ripromettendosi dalle sole loro energie la dovuta ricompensa, lo provano i documenti fino ad oggi conosciuti come il Dizionario Storico-Blasonico del commendatore G.B. di Crollalanza che ne ha raccolte le tracce lasciate dalla famiglia in quelle città ove ebbe dimora ricoprendo cariche legislative, militari o altro, contribuendo non poco alla riuscita di quei documenti utili alla scoperta di questa famiglia.

Compra un documento araldico su Regori

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Regori

Blasone della famiglia

Cinque punti d'argento equipollenti a quattro di nero col capo di rosso (o d'oro).
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook